Su questo sito si usano i cookies. Navigandolo li accetti

Sei qui: Home Acqua

Acqua

NO ALLA RAPINA IDROELETTRICA DEI PICCOLI BACINI IMBRIFERI

NO ALLA RAPINA IDROELETTRICA DEI PICCOLI BACINI IMBRIFERIL’attacco alle risorse idriche montane da parte dei produttori idroelettrici è sempre più devastante per l’ambiente fluviale e idrico senza che vi sia alcun evidente vantaggio energetico per il sistema elettrico regionale.

FIRMA PER RIPRISTINARE UNA BUONA NORMA!

Leggi tutto...

Dal Consiglio regionale il regalo di Natale ai produttori idroelettrici

Sfruttamento energetico bacini montanicomunicato stampa del 16/12/2015 IL REGALO DI NATALE DEL CONSIGLIO REGIONALE AI PRODUTTORI IDROELETTRICI

Mercoledì 16 dicembre il Consiglio regionale ha discusso e approvato in aula l'abrogazione del comma 3 dell'art 43, LR 11/2015 che vietava il rilascio di concessioni idroelettriche nei piccoli bacini montani (4 consiglieri regionali hanno proposto l'abrogazione che è stata approvato, con solo voto contrario di Movimento 5 Stelle e SEL astenuta).

Leggi tutto...

Convegno Salviamo l'Isonzo

salviamo l'isonzoL'Isonzo è da sempre considerato uno dei più bei corsi d'acqua d'Europa tanto da essere anche chiamato «la bellezza di smeraldo». Purtroppo a causa dei numerosi interventi antropici, la sua bellezza è stata via via snaturata. Dighe, traverse, alterazione delle sponde, scarichi fognari, usi motoristici e abbandono di rifiuti sono le principali cause di decadimento di questo fiume sia in Italia che in Slovenia.

Leggi tutto...

Osservazioni al progetto di Piano Regionale di Tutela della Acque

luglio 2015

Osservazioni al progetto di piano tutela delle acqueDocumenti in allegato

Con DGR 2641 del 30.12.2014, la Giunta Regionale approvava il Progetto di Piano Regionale di Tutela delle Acque (PRTA).
L’approvazione di tale progetto riapre un processo di formazione e approvazione del PRTA che si era faticosamente avviato a conclusione nel novembre 2013, a cura della precedente Giunta Tondo la quale, altresì, aveva deliberato di adottare il progetto di Piano regionale di tutela delle acque (DGR 200/2012), in via definitiva, ai fini della trasmissione dello stesso al Consiglio Regionale per il parere della competente Commissione consiliare prescritto dall’articolo 13, comma 4 della legge regionale 16/2008.

Leggi tutto...

Arzinday 2015

Arzinday 2015Con piacere Legambiente FVG diffonde l'invito a partecipare a

DOMENICA 11 OTTOBRE
ARZINDAY 2015 (4a edizione)
Passeggiata alla scoperta della val d'Arzino, organizzata dal Movimento Tutela Arzino

Quest'anno cammineremo in media valle, tra San Francesco e Pielungo, sulle tracce di un antico lago scomparso e un fiabesco castello.

Leggi tutto...

I nemici dell'ambiente sono sempre all'attacco

Moratoria derivazioni idroelettriche inferiori a 10km2

Comunicato stampa del 29 maggio 2015

I nemici dell'ambiente sono sempre all'attacco: l'Associazione Imprenditori Idroelettrici del FVG ha scritto alla Presidente Serracchiani per chiedere l'abrogazione della norma che prevede una moratoria, richiesta da Legambiente FVG, alle derivazioni idroelettriche nei bacini di superficie inferiore a 10 km2. "Nemmeno questa minima forma di protezione dei capillari idrici più delicati e sensibili scuote i derivatori dai loro propositi di guadagno e speculazione - sostiene Michele Tonzar - segretario regionale di Legambiente, la quale aveva chiesto, come altre Regioni hanno fatto (per es. Valle d'Aosta), una moratoria generale sulle derivazioni; essa è stata parzialmente accolta per i piccoli bacini, ma neppure questa limitazione ferma la lobby economica dei derivatori". La lettera che Legambiente ha mandato alla Serracchiani, chiede, invece, il mantenimento fermo della norma già votata dal Consiglio Regionale e contenuta nell'art. 43, c. 3 della LR 11/2015, con le motivazioni che si possono leggerein allegato.

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (15_AM_009 PU nota su vincolo idrogelogico.pdf)Lettera a Presidente Regione FVG su centraline sotto i 10km284 kB711