Su questo sito si usano i cookies. Navigandolo li accetti

Sei qui: Home Acqua

Acqua

Osservazioni al progetto di svaso del Lago di Verzegnis

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Lago di Verzegnis

 

nota del 13 giugno 2014

Legambiente FVG, CAI e WWF hanno predisposto l'allegato documento di valutazioni e proposte sul progetto di "Rimozione selettiva di sedimento nel bacino dell'Ambiesta" proposto da Edipower in data aprile 2014. Il documento è stato presentato all'Assessore regionale all'ambiente Sara Vito, perchè se ne possa trare elementi utili di valutazione al fine di meglio rafforzare la posizione dell'Amministrazione Regionale nei confronti del concessionario richiedente e di implementare l'eventuale atto autorizzatorio finale con più chiari e significativi elementi a difesa dell'ambiente e della sicurezza idraulica di quanto non sia attualmente previsto.

Leggi tutto...

L'acqua, un bene prezioso: incontro a Lignano

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Acqua un bene prezioso150x100con il sostegno di Autorità d'Ambito Centrale Friuli e in collaborazione con il Comune di Lignano Sabbiadoro

L’ACQUA: UN BENE PREZIOSO
INCONTRO PUBBLICO – VENERDÌ 14 MARZO  2014 - 17:30-19:30
LIGNANO SABBIADORO-CENTRO CIVICO
PARTECIPAZIONE GRATUITA

L'acqua è risorsa limitata ma, fondamentalmente, rinnovabile, e ciò dipende dal funzionamento di un ciclo naturale, sul quale si innesta il ciclo dell'utilizzo (civile, agricolo e industriale) caratterizzato da prelievo, impiego e restituzione. E su tutto ciò, il sistema della governance dell’acqua ha un ruolo cruciale.
L’acqua è un bene comune, prima ancora di ogni possibile forma di gestione, e in quanto tale è una responsabilità di cittadini e di governanti, che ne orientano conservazione, qualità e disponibilità.

Interventi
Luca Fanotto ed Emanuela Rodeano per l'Amministrazione di Lignano
Massimo Canali, Direttore di ATO - Autorità d'Ambito Centrale Friuli
Gloria Catto, Legambiente FVG

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (2014_03_14_A3_Lignano_acqua_bene_prezioso.pdf)Incontro Acqua Bene prezioso a Lignano1613 kB448

Petizione per salvare le cascate dell'Arzino e il torrente Resia

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Legambiente FVG aderisce alla nuova petizione lanciata dal Movimento Tutela Arzino contro l'ipotesi di una centralina idroelettrica nella zona delle cascate e per la protezione del torrente Resia.

La petizione può essere firmata solo dai maggiorenni che risiedono in FVG o che sono nati in regione. Chiunque sia interessato a raccogliere firme può chiedere i moduli ed eventuali informazioni sulle modalità scrivendo a:

L'acqua: un bene prezioso

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Acqua un bene prezioso150x100con il sostegno di Autorità d'Ambito Centrale Friuli e in collaborazione con il Comune di Udine, Civici Musei e Museo Etnografico del Friuli

L’acqua: un bene prezioso
incontro pubblico – venerdì 24 gennaio 2014 - 17:30-19:30
Udine – Salone di Palazzo Giacomelli, Via Grazzano, 1
partecipazione gratuita

temi dell'incontro
L'acqua non è solo quella cosa che esce dal rubinetto di casa, ma è anche quella che scroscia sui tetti quando piove e finisce impropriamente nelle fogne, quella che si trova nei fiumi, nei laghi e nei mari, quella che viene usata per irrigare i campi o raffreddare gli impianti delle industrie, quella che giace nel sottosuolo.

Leggi tutto...

Anche il progetto "Arzino Alto" deve essere assoggettato alla VIA

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Legambiente FVG ha richiesto al Servizio Valutazione ambientale della Regione FVG che il progetto di centralina idroelettrica denominato “Arzino Alto” venga assoggettato alla procedura di VIA, in quanto inserito in un contesto ambientale e paesaggistico che ha pochi eguali in Friuli ed il richiamo turistico che ne consegue travalica i confini della regione.

La fruibilità turistica delle cascate, che il proponente vorrebbe ristretta alle ore diurne di un generico “periodo turistico estivo”, è invece distribuita uniformemente tutto l’anno ed ha un picco proprio in autunno e in primavera quando l’area, complice i fantastici colori della faggeta d’autunno e lo sbocciare dei fiori agli inizi della primavera diventa meta discreta ma assidua di fotografi professionisti o semplici amanti della natura.

Si è portato a conoscenza del Servizio VIA inoltre che le cascate dell’Arzino sono state recentemente inserite nell’elenco regionale dei geositi proprio perchè rappresentano un ambito di notevole valore geomorfologico che perciò merita un’attenzione particolare in caso di interventi di notevole impatto ambientale come quello proposto. Il geosito, denominato “Sorgenti dell’Arzino”, è classificato di importanza regionale ed è stato istituito principalmente per motivi geomorfologici e secondariamente per motivi naturalistici, paesaggistici e idrogeologici; comprende l’area sorgiva e si prolunga lungo l’asta del torrente fino alle cascate.

Il pregio ambientale, paesaggistico e geomorfologico del sito unito alla debolezza dello studio a corredo del progetto specialmente sotto gli aspetti idrologici, ha indotto Legambiente FVG a richiedere che il progetto di centralina denominato “Arzino Alto” venga assoggettato alla procedura di VIA . 

Convegno «Da Osimo ad oggi: riflessioni sulle problematiche e sulle opportunità del fiume Isonzo»

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Convegno da Osimo ad oggi

Si è tenuto giovedì 14 scorso a Gorizia il convegno organizzato dal Consorzio di Bonifica Pianura isontina "Da Osimo adoggi: riflessioni sulle problematiche e sulle opportunità del fiume Isonzo" presso la Fondazione CARIGO a Gorizia. Ha partecipato anche Luca Cadez, presidente del Circolo Legambiente Gorizia e Responsabile del Territorio di Legambiene FVG ricordando la necessità di un unico piano di gestione del fiume come previsto dalla Direttiva Acque, e i danni ambientali che deriverebbero dalla realizzazione di un bacino di rifasamento (diga) a Gorizia e i nulli benefici per il resto del fiume a valle. Importante anche il passaggio sul cambiamento climatico in corso e sui potenziali effetti sull'agricoltura e sulla conseguente necessità di affrontare il problema in maniera complessiva piuttosto che fare un'altra inutile colata di cemento sul fiume.

E' anche disponibile il video del convegno.

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (Luca Cadez - Da Osimo ad oggi -  14.11.2013.pdf)Luca Cadez - Da Osimo ad oggi - 14.11.2013.pdf2200 kB603