Su questo sito si usano i cookies. Navigandolo li accetti

Sei qui: Home Circoli Carnia-Val Canale

Circolo della Carnia-Val Canale

Circolo della Carnia-Val Canale

Osservazioni sulle moto in montagna

motocavalcata 500x332OSSERVAZIONI SULLE MOTO IN MONTAGNA

Dopo la Motocavalcata delle Alpi Carniche, un altro "raduno" di moto da enduro minaccia i monti della Carnia. L'associazione sportiva dilettantistica "La Motorete" di Campoformido ha in programma per il 19 e 20 luglio prossimi un giro tra le malghe e i boschi dei territori dei Comuni di Ampezzo, Enemonzo, Ovaro, Prato Carnico, Raveo, Sauris e Socchieve.

Gli organizzatori della manifestazione hanno chiesto alla Comunità Montana della Carnia la deroga al divieto del transito di veicoli a motore, previsto dalla L.R. 15/1991 e succ. mod., non solo lungo strade e piste forestali ma anche su sentieri del CAI, come quello con segnavia n. 235, che scende da Pani a Feltrone e con segnavia 237, noto anche come la "via del sale" dei saurani, tra Cima Corso e il Passo Pura. Il fatto più inconcepibile, però, è il solo aver immaginato di poter transitare con decine di moto su uno degli itinerari più belli e frequentati dei Monti di Sauris (segnavia CAI 206) che da Festons porta sul Monte Pieltinis e alla omonima Malga. Nella cartografia allegata alla domanda si prevede addirittura di percorrere, sia all’andata che al ritorno, il breve tratto dell’esile sentiero che conduce sul cocuzzolo della vetta! Considerata la ricchezza della flora (anche protetta) in quest’area, è facilmente immaginabile l’ignoranza e/o la scarsa sensibilità per l’ambiente e la natura da parte dei proponenti.

Legambiente ha presentato le sue "osservazioni", mettendo tra l'altro in evidenza l'interessamento del SIC del Col Gentile. Quello che però dovrebbe essere chiaro è che chi frequenta la nostra montagna lo fa perché cerca qualcosa di diverso da quello che trova in città: natura, paesaggi, tranquillità, silenzio. Consentire di portare in alta montagna tutto quello che di negativo offre la città (rumore, inquinamento, frenesia, confusione) non ha proprio alcun senso.

Si riportano in allegato le osservazioni inviate ai Sindaci dei Comuni di Ampezzo, Enemonzo, Ovaro, Prato Carnico, Raveo, Sauris e Socchieve da parte del Presidente del Circolo Legambiente della Carnia.

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (Osservazioni Motorete 2014.pdf)Osservazioni Motorete 2014.pdf130 kB419

Conseguenze delle moto in montagna

Motocavalcata 451x300MOTOCAVALCATA DELLE ALPI CARNICHE: ARRIVANO I NUOVI BARBARI

Domenica scorsa abbiamo documentato con immagini e filmati cosa significa consentire il transito di moto da enduro, da trial e bicilindriche su una mulattiera di montagna.

Tra i motociclisti che abbiamo incrociato lungo la mulattiera che collega Malga Claupa a Malga Meleit, sul versante meridionale del Monte Arvenis, molti si sono scusati, sentendosi giustamente "fuori posto", alcuni invece, oltre a dimostrare scarso interesse per la natura, non hanno dimostrato alcuna precauzione nei confronti degli escursionisti di passaggio. Un attempato centauro, poi, ha avuto addirittura il coraggio di sostenere che dal momento che aveva pagato 50 euro di iscrizione era suo diritto danneggiare la flora protetta che gli avevamo indicato ai margini del sentiero.

Riscontrati vari comportamenti in contrasto con l'autorizzazione rilasciata alla Motocavalcata, che saranno evidenziati alla Comunità Montana della Carnia. Rimane il fatto dell'assurdità di portare sulle nostre montagne tutto quello che di negativo i turisti cercano di fuggire dalle città: inquinamento, rumore, confusione, frenesia ...

In difesa del Resia

Val Resia 451x300

SUCCESSO DELLA MANIFESTAZIONE IN DIFESA DEL RESIA

Si è svolta sabato scorso, 21 giugno, l'annunciata marcia in difesa del torrente Resia, uno dei più bei corsi d'acqua della regione e dell'intero arco alpino, minacciato, come l'altrettanto meraviglioso Arzino, dalla realizzazione di cinque progetti di centrali idroelettriche.

Leggi tutto...

Al via i campi di volontariato di Legambiente

foto-campo tomba medievale-768X1155.jpgTornano nella nostra regione, come ogni estate dal lontano 1998, i campi di Volontariato, un'esperienza che unisce un modo interessante di fare vacanza al lavoro utile in difesa dell'ambiente. 

Sul sito nazionale è possibile trovare le varie proposte e le informazioni per iscriversi: http://www.legambiente.it/legambiente/campi-di-volontariato

 

Questo invece il programma nella nostra regione, curato dal circolo della Carnia-Val Canale:

CAMPI "UNDER 18"

- dal 16 al 25 giugno, Lauco e Villa Santina (Parco Intercomunale delle Colline Carniche )

- dal 30 giugno al 9 luglio, Forni di Sopra

- dal 14 al 23 luglio, Preone

CAMPI PER ADULTI

- dal 18 al 27 agosto, Dogna e Comeglians

Le attività riguarderanno soprattutto la sentieristica (pulizia e ripristino di vecchi sentieri), la manutenzione di alcuni siti archeologici e la bonifica di piccole aree degradate per l'abbandono di rifiuti.

Moto sui sentieri di montagna: perseverare è diabolico!

Motocavalcata Alpi CarnicheLegambiente contro la riproposizione della “Motocavalcata delle Alpi Carniche”

Se qualcuno ci chiedesse quali sono i prodotti gastronomici più caratteristici della montagna friulana, basterebbe una rapida riflessione per farci venire subito in mente gli ineguagliabili formaggi di malga, che concentrano i profumi e i sapori delle erbe e dei fiori dei nostri pascoli, o il prosciutto di Sauris, che stagiona dove l’aria è lontana dall’inquinamento delle città, oppure le nostre erbe spontanee, primo tra tutti il “radic di mont”.

Un po’ più difficile sarebbe provare ad immaginare a chi è venuta la bella idea che, per propagandare questi prodotti, sia necessario portare nei luoghi in cui si producono e crescono, cioè in alta montagna, centinaia di motociclette con i loro gas di scarico.

Eppure non solo qualcuno pensa di fare un turismo intelligente e lungimirante in questo discutibile modo, ma ci sono addirittura amministrazioni locali ed enti regionali pronti a patrocinare l’iniziativa mettendo a disposizione il loro “marchio”, come sembra sia accaduto con quello dello “Zoncolan” e di “Turismo FVG”.

Leggi tutto...

Piccola Grande Italia a Tolmezzo

piccola grande italiaPICCOLA GRANDE ITALIA DOMENICA 1 GIUGNO a TOLMEZZO con "CJARGNALIVE"

Cjargnalive 2014 - la manifestazione che aderisce a PGI - si svolgerà a Tolmezzo, nella zona di piazzale Vittorio Veneto (ex Stazione Ferroviaria) e dell'attiguo Parco di Via Ianesi, a partire dalle ore 14 di domenica 1 giugno.

Tema dell'edizione di quest'anno è il Tempo.

Sono previsti vari stand e laboratori curati dalle locali associazioni di volontariato:

Leggi tutto...