Su questo sito si usano i cookies. Navigandolo li accetti

Sei qui: Home Circoli Carnia-Val Canale

Circolo della Carnia-Val Canale

Circolo della Carnia-Val Canale

Mobilità sostenibile e Festa della Mela

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Kart a Tolmezzo DSC 9758Il Circolo Legambiente della Carnia ha scritto una lettera al Sindaco di Tolmezzo, in merito alla recente Festa della mela. Domenica 22 settembre si è infatti conclusa  la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, che in questa edizione aveva per motto: “Clean air! It’s your move”, in italiano “Aria pulita! Ora tocca a te”.
In una delle rare occasioni in cui il centro storico di Tolmezzo era interdetto al traffico veicolare e residenti e turisti hanno avuto la possibilità di passeggiare tranquillamente lungo le vie e le piazze, si è scelto di mettere a disposizione di una dimostrazione di kart e mini-kart l'intero parcheggio di via Divisione Garibaldi, producendo evidente disturbo ed  inquinamento acustico e atmosferico.

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (Festa della Mela e go-kart.pdf)Festa della Mela e go-kart.pdf112 kB536

Campo di volontariato a Dogna

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Comunicato stampa, 2Campo Dogna 20133 agosto 2013

Volontari di Legambiente a Dogna

Sistemato il sentiero tra Mincigos e le gallerie Le Morosine:
valorizzazione in chiave turistica, ma anche prevenzione e lotta agli incendi

È iniziato da qualche giorno il terzo dei Campi di Volontariato che Legambiente ha organizzato questa estate tra la Carnia e il Canal del Ferro.
Una dozzina di volontari, provenienti da sette diverse regioni (Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Toscana, Lazio e Campania) sono ospiti di Dogna, il piccolo centro dominato dalla maestosa parete occidentale del Jôf di Montasio. In questa località si stanno effettuando alcuni lavori sotto la guida dei responsabili dell’associazione: dopo aver ripulito due aree degradate a causa dell’abbandono di rifiuti, un intervento particolarmente significativo ha riguardato la sistemazione di un tratto del sentiero naturalistico che dagli stavoli di Mincigos porta alle “gallerie delle Morosine”, realizzate dall’esercito italiano nella Prima Guerra Mondiale per sbarrare la possibile avanzata del nemico lungo la sottostante valle del Fella e visitate anche dal Re Vittorio Emanuele III. Coincidenza ha voluto che proprio in questi giorni uscisse sul quotidiano La Repubblica un reportage di Paolo Rumiz dedicato alle vicende belliche in questa parte del fronte.

Leggi tutto...

Tomba altomedievale: nessun "abbaglio" di Legambiente

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Campo tomba medievaleIl luogo in cui è stata rinvenuta la probabile tomba farebbe escludere altre ipotesi. ALCUNE  PRECISAZIONI  DI LEGAMBIENTE SU  QUANTO PUBBLICATO NEI GIORNI SCORSI SULLA STAMPA LOCALE

Nessun “abbaglio” da parte di Legambiente. Solo una “sintesi” troppo frettolosa del suo comunicato ed un errore nei titoli dell’articolo (ieri è capitato nelle pagine sportive perfino di scambiare Cavazzo con Verzegnis nella partita più importante del Campionato Carnico!) hanno ingenerato alcuni equivoci. Chiariamo, allora, che Legambiente non ha vantato alcuna “scoperta” archeologica; si è limitata a comunicare un rinvenimento “di cui era poco nota l’esistenza”, ma certamente già conosciuto dagli esperti.

Leggi tutto...

Volontari di Legambiente si imbattono in una tomba altomedievale

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

foto campo tomba medievale 2013Volontari di Legambiente nel Parco delle Colline Carniche.Raccogliendo rifiuti si imbattono in una tomba altomedievale

Si è appena concluso il secondo Campo di Volontariato che Legambiente ha organizzato questa estate nel territorio del Parco Intercomunale delle Colline Carniche, di cui fanno parte Villa Santina, Enemonzo, Lauco e Raveo.
Un gruppo di sedici ragazzi, provenienti da cinque diverse regioni (Lombardia, Lazio, Veneto, Marche e Toscana), ha trascorso una decina di giorni di vacanza e di lavoro, ospite delle accoglienti strutture dell’Albergo Diffuso di Lauco. Seguiti da tre responsabili del locale circolo di Legambiente, i volontari sono stati impegnati nella riapertura di alcuni sentieri invasi dalla vegetazione; hanno effettuato interventi di manutenzione presso il sito archeologico di Curs e hanno raccolto rifiuti abbandonati.

Leggi tutto...

Al via i campi di volontariato 2013

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Foto campo under18 2013Il Parco Intercomunale delle Colline Carniche ospita i primi Campi di Volontariato programmati quest'estate da Legambiente nella nostra regione.
Sedici ragazzi, provenienti da 7 diverse regioni (Veneto, Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Toscana, Puglia e Sicilia), sono impegnati dal 18 giugno per una decina di giorni a Raveo e a Villa Santina. Il loro compito, oltre alle visite guidate alla scoperta del nostro territorio, sarà quello di sistemare alcuni sentieri, ripulire aree degradate dall'abbandono di rifiuti ed effettuare interventi di manutenzione dei siti archeologici presenti all'interno del Parco.

Per chi volesse saperne di più e conoscere il programma dei Campi programmati in Italia e all'estero consigliamo di visitare il sito nazionale di Legambiente:  http://www.legambiente.it/legambiente/campi-di-volontariato

Motocavalcata delle Alpi Carniche: presentate le osservazioni

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva

Il Circolo Legambiente della Carnia ha presentato le proprie osservazioni alla domanda di autorizzazione della manifestazione “Motocavalcata delle Alpi Carniche”, presentata dall’Associazione Mo.C.Tu.S. di Ovaro e annunciata per i giorni 22 e 23 giugno 2013 nei territori dei Comuni di Sauris, Ampezzo, Socchieve, Prato Carnico, Ovaro, Lauco e Sutrio, chiedendo che non venga accolta. Legambiente ribadisce infatti l’opportunità (affermata anche dalla Convenzione delle Alpi) di non consentire la pratica di sport motoristici in ambiente alpino ed in aree naturali; il rischio di rovinare la bellezza e la tranquillità di certi luoghi, di danneggiare l’ambiente ed i sentieri, entrando così anche in conflitto con le forme tradizionali di fruizione della montagna (escursionismo, mountain bike, etc.) e quindi con lo sviluppo del turismo montano stesso.

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (2013_06_05_Osservazioni_Motocavalcata.pdf)2013_06_05_Osservazioni_Motocavalcata.pdf89 kB692