Su questo sito si usano i cookies. Navigandolo li accetti

Sei qui: Home Circoli Gorizia

Circolo di Gorizia

Circolo di Gorizia

Il solare a Gorizia: istruzioni per l'uso

Legambiente Gorizia, col patrocinio della Provincia di Gorizia organizza la conferenza:

IL SOLARE A GORIZIA:
ISTRUZIONI PER L'USO

Venerdì 19 novembre 2010 ore 18.00
Sala conferenze del Liceo classico
viale XX Settembre 12 - Gorizia




Che differenza c'è tra il solare termico e fotovoltaico? 
Quanto costa un impianto e quanto mi fa risparmiare? 
Come si installa un impianto?
A queste e altre domande cercheremo di dare risposta in questo breve incontro pensato per tutti coloro che sono semplicemente incuriositi o che sarebbero interessati al solare me che non sanno da dove partire. L'incontro sarà diviso in tre parti: in una prima parte saranno illustrati i sistemi termici (produzione di acqua calda) e fotovoltaico (produzione energia elettrica), in una seconda parte si illustreranno i metodi di finanziamento, seguirà una fase di dibattito con la possibilità di fare domande agli esperti.

Introducono:
Luca Cadez, Presidente di Legambiente Gorizia
Mara Cernic, Assessore all'Ambiente della Provincia di Gorizia

Relatori:
Alessandra Lepore - resp. sportello energia di Legambiente F.V.G.
Referenti progetto GOEliosFamily delle Banca Popolare di Cividale
e della Federazione Banche di Credito Cooperativo del F.V.G.

Pubblicato Lunedi 08 Novembre 2010 - 20:13 (letto 225 volte)

Anche a Gorizia Puliamo il mondo!

PIM 2010Nella mattinata di sabato 2 ottobre si è svolta in località “Boschetta” a Lucinico l'edizione locale di Puliamo il Mondo, organizzata da Legambiente Gorizia in collaborazione con l'associazione La Primula, e con il sostegno di IRIS che ha messo a disposizione un grande container, guanti e sacchi. Durante la mattinata sono stati raccolti 4 metri cubi di materiale ingombrante, fra cui armadi, divani, materassi, ed a questi si sono aggiunti 70 kg di vetro, 2 kg di plastica ed 7 kg di alluminio che sono stati riciclati; mentre i rifiuti elettronici e scatole di vernice sono stati conferiti presso l'eco-piazzola di via Gregorcic. Impossibile è stato recuperare invece le carcasse di un'automobile e di un ape inghiottite oramai dalla vegetazione. Viste le forze esigue siamo riusciti a riqualificare solo una piccola area, ma prevediamo di riproporre una giornata simile più avanti. Resta il fatto che troppo spesso le zone boscate e golenali a ridosso dell'Isonzo siano utilizzate come discariche; pertanto riteniamo che si debba giungere non solo alla definizione di un area protetta, ma che vada anche garantita un adeguata sorveglianza. Stiamo lavorando come Legambiente ad una proposta concreta in tal senso.

Legambiente: "favorevoli ad una ciclabile in Corso Italia anche se provvisoria".

Comunicato stampa

Ci fa piacere sapere che a Nova Gorica vi sia molta sensibilità verso il tema della mobilità urbana sostenibile ed auspichiamo che si possa giungere quanto prima anche a Gorizia in maniera concreta ad una rete ciclabile degna di questo nome e che colleghi le due città. Sappiamo che c'è una proposta di delibera di giunta promossa dall'Assesor Del Sordi relativa ad una ciclabile in Corso Italia, confidiamo che la Giunta comunale la approvi affinché tale tracciato, per quanto provvisorio considerando un futuro intervento di riqualificazione del Corso, possa diventare realtà. Visto che poi questo mese si celebra la settimana europea della mobilità, questo intervento se attuato entro breve potrebbe essere uno dei “piccoli passi”, come li ha definiti il Sindaco di Nova Gorica, per avere una rete ciclabile efficiente in grado di ridurre il traffico, e garantire migliore sicurezza ai Cittadini.

E in tema di sicurezza l'iniziativa della Provincia di realizzare, per altro con un investimento davvero modesto, un'area ad hoc dedicata all'educazione stradale dietro la Motorizzazione civile destinata anche a pedoni e ciclisti non può che essere considerata una scelta lungimirante. L'unica problematica magari è la lontananza per ciclisti dal centro, ma a questo punto prende maggior forza la proposta di un passaggio ciclo-pedonale, già auspicato dal C.d.Q di Sant'Andrea e che andrebbe integrato nei lavori di trasformazione del raccordo in autostrada, che colleghi la nuova viabilità dell'ingresso sud con l'area della motorizzazione, del cimitero e dell'aeroporto consentendo quindi, ai fruitori di questi ultimi, spostamenti sicuri.

Uscita del centro estivo con Legambiente al Parco di Piuma/Peuma

Oggi 6 agosto Legambiente ha organizzato un uscita con il centro estivo Lenassi di Gorizia. 
L'uscita al Parco di Piuma è durata la mattinata consentendoci di far conoscere agli oltre 20 piccoli partecipanti (6-12 anni) questo polmone verde cittadino insegnando loro a saper osservare la Natura nelle sue mutevoli forme ed alternando attività didattiche a quelle più ludiche.

Legambiente partecipa al 1° Festival Vegetariano

Legambiente Gorizia parteciperà al 1° Festival Vegetariano di Gorizia, domenica 19 settembre (zona
Montesanto-Casermette) dove nel proprio stand sarà possibile firmare la proposta di legge popolare
per una politica organica a favore dell'efficienza energetica, delle risorse rinnovabili e di
esclusione del nucleare nel programma energetico nazionale. Saranno inoltre presenti materiale
informativi e notizie sulle attività del circolo. 
Il festival, con la partecipazione di diversi esperti, ed espositori darò modo di discutere dei
problemi ambientali e sulla salute causati dall'eccessivo consumo di carne, oltre che un occasione per rilanciare il degrado dell'area "Casermette" poco distante.

Programma ed info sul festival: www.festivalvegetariano.it

Concluso il progetto dell'orto didattico all'Ungaretti

Si è concluso per quest’anno il progetto “un orto didattico per la scuola primaria Ungaretti” curato da Legambiente in collaborazione con le scuole primarie Ungaretti e Pecorini.
A partire da marzo gli alunni delle diverse classi guidati dalle maestre, e dai volontari di Legambiente, hanno lavorato con grande entusiasmo insieme per realizzare due piccoli orticelli, dapprima zappando e dissodando la terra, rimuovendo i sassi in eccesso, e infine mettendo a dimora le essenze orticole (pomodori, cappucci, peperoni…) e officinali (salvia, rosmarino, menta, ecc) gentilmente donate da floricoltura Gaggioli e vivai Petrini, nonché dalle famiglie stesse degli studenti.
Sicuramente un progetto didattico del genere offre numerose opportunità ai bambini per conoscere la natura toccandola con mano attraverso numerose esperienze che difficilmente si possono fare in aula: come il semenzaio, l’osservazione della vita nel terreno, o ancora il compostaggio grazie alla compostiera donata da Iris. Speriamo dunque – l’auspicio – di poter proseguire questo bel progetto anche i prossimi anni.

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (progetto_orto_didattico_Ungaretti.pdf)Progetto per l'orto didattico1353 kB14997