Su questo sito si usano i cookies. Navigandolo li accetti

Sei qui: Home Circoli Gorizia

Circolo di Gorizia

Circolo di Gorizia

Let's Clean Up Europe a Gorizia

fotoComplice la bella giornata di sole, i volontari di Legambiente Gorizia hanno dato il via alla prima edizione di Let's Clean Up Europe, una manifestazione che interessava numerosi paesi europei e non solo nella lotta contro l'abbandono della spazzatura.

Durante questa prima edizione sono state rimesse a nuovo l'area verde e la sponda via Lungo Isonzo Argentina ed il parco dell'Isonzo della Campagnuzza. Nonostante queste due aree fossero già state ripulite nel corso della giornata ecologica, svoltasi circa un anno fa, i volontari si sono ritrovati a raccogliere numerosa spazzatura che era stata nuovamente abbandonata. Oltre alle confezioni di esche “dimenticate” dai pescatori, sono state recuperate anche una bombola del gas, un aspirapolvere, una bicicletta e perfino numerose confezioni vuote di metadone, indice di un notevole abbandono dell'area.

Leggi tutto...

Perché no agli OGM

OGMFREE

#OGMFREE

Venerdì 21 marzo incontro con Raffaele Testolin docente di frutticoltura e risorse energetiche

Ore 18.00 presso la Mediateca di Gorizia.

Legambiente organizza presso la Mediateca di Gorizia un incontro sul controverso tema degli OGM (Organismi Geneticamente Modificati) che sta tenendo banco a livello regionale e nazionale a seguito delle semine di mais OGM da parte di alcuni agricoltori del Pordenonese. L'incontro vedrà la presenza del prof. Raffaele Testolin docente di frutticoltura e risorse genetiche dell'Università degli Studi di Udine, col qual si approfondirà il tema del miglioramento delle piante coltivate senza necessariamente fare ricorso alle modificazioni transgeniche, ma anzi usando metodi tradizionali. Presenta Emilio Gottardo, Responsabile Biodiversità e Aree protette di Legambiente FVG.

Evento svolto con il supporto dell'Associazione Palazzo del Cinema - Hisa Filma.

REGISTRATI ALL'EVENTO

Segui sul forum gli approfondimenti sull'argomento

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (ogmfree_stampa.pdf)Perchè dire NO agli OGM210 kB487
Scarica questo file (ogmfree_incontro_con_raffaele_testolin-210320~.pdf)Incontro con Raffaele Testolin650 kB1

L'insostenibile consumo di suolo

Comunicato presentazione libro “L'insostenibile consumo di suolo”

Gorizia, 28 febbraio 2014

FotoIl consumo di suolo è la trasformazione irreversibile di aree agricole o naturali in aree urbanizzate. Ogni secondo in Italia vengono “consumati” 8 metri quadrati di terreni rurali che vengono tramutati in parcheggi, capannoni industriali, palazzine e centri commerciali. In un anno la superficie complessiva corrisponde ad un'area pari a quella di Milano e Firenze messe assieme! Sono questi alcuni dei dati allarmanti emersi dalla presentazione del libro “L'insostenibile consumo di suolo” (EdicomEdizioni) organizzato da Legambiente Gorizia. All'incontro hanno partecipato Luca Cadez presidente del Circolo Legambiente che ha introdotto il tema, e Stefano Salata coautore del libro che ha tenuto un momento di approfondimento sul tema a cui è seguito un dibattito con i partecipanti. Presente anche Massimo Rocco presidente dell'Ordine degli architetti della provincia di Gorizia che ha portato un saluto iniziale. Durante la presentazione sono state messe in luce le dinamiche, ma anche le possibili misure di contrasto del consumo di suolo, fenomeno che ha causato e sta causando danni ingenti al paesaggio italiano, all'ecosistema e che fa incrementare i costi di fornitura dei servizi pubblici e distrugge le identità locali. 

Leggi tutto...

Orti urbani: la realtà triestina i beni comuni di Mereto di Tomba e i primi passi goriziani

incontro ortiSi è tenuto mercoledì scorso il terzo incontro sugli orti urbani organizzato da Legambiente Gorizia col supporto della Mediateca. Durante la serata è stata presentata da Tiziana Cimolino (Legambiente Trieste) e Luciana Boschin (presidente di Italia Nostra FVG) la composita realtà triestina dove diverse associazioni collaborano con successo da circa due anni nella realizzazione e conduzione di ben 25 orti urbani sparsi in tutta la città. E' seguito poi l'intervento di Massimo Moretuzzo del Forum per i Beni Comuni e l’Economia Solidale del FVG che ci ha presentato la peculiare iniziativa a Mereto di Tomba (UD), esempio di gestione sostenibile di terreni agricoli appartenenti alla collettività

Leggi tutto...

Progetto: Un tesoro di suolo!

{tab=Il progetto}

Progetto un tesoro disuoloPerchè?
Il progetto nasce dall'idea di proseguire con le attività di censimento svolte in analogo progetto svolto a Udine su un tema che negli ultimi anni è balzato agli onori delle cronache anche grazie al lavoro di denuncia di tante associazioni, comitati e singoli cittadini. Il consumo di suolo - inteso come alterazione delle superfici agricole e naturali e di distruzione del paesaggio - è oggi uno dei più importanti e più sottovalutati problemi ambientali del nostro Paese. Anche nella realtà provinciale di Gorizia negli ultimi anni molto si è costruito, si pensi che dal 1980 al 2000 sono stati persi quasi 600 ettari di terreni naturali ed agricoli oggi coperti da case, capannoni e strade, con punte critiche a Villesse e nell'area del Monfalconese.

Leggi tutto...

Il No delle associazioni ambientaliste al finanziamento della diga sull'Isonzo!

isonzoComunicato stampa congiunto delle Associazioni Ambiente 2000, Italia Nostra, Legambiente, WWF.

12 dicembre 2013

Le associazioni Ambiente 2000, Italia Nostra, Legambiente e WWF hanno appreso che lunedì scorso è stato presentato dal consigliere Ziberna un emendamento alla legge finanziaria regionale 2014, per il finanziamento del bacino di rifasamento sull'Isonzo, prevedendo un primo esborso da parte della Regione pari a 1 milione di euro per la redazione di un progetto preliminare a cui far seguire la realizzazione dell'opera. 

Leggi tutto...