Su questo sito si usano i cookies. Navigandolo li accetti

Sei qui: Home Circoli Gorizia Escursione: il basso Isonzo tra conservazione e trasformazione

Escursione: il basso Isonzo tra conservazione e trasformazione

fiume Isonzo SocaEscursione: il basso Isonzo tra conservazione e trasformazione
2 escursioni: il 15 e il 29 maggio

​Vi invitiamo a venire con noi a conoscere il nostro amato Isonzo con due escursioni, la prima nella parte bassa del fiume il 15 maggio e la seconda il 29 nel tratto intermedio a Gorizia.

domenica 15 maggio alle ore 9.00 a San Canzian d'Isonzo

domenica 29 maggio alle ore 9.00 a Gorizia, parcheggio Pnte del Torrione

{tab=PRIMA ESCURSIONE}

In particolare durante la prima escursione si visiterà la golena dell'Isonzo in località Marcorina, nel comune di San Canzian d'Isonzo. In questo tratto fluviale si compie il passaggio tra l'alta pianura caratterizzata da terreni permeabili alla bassa con terreni argillosi, presenza di risorgive e opere di bonifica idraulica. Potremo vedere degli esempi di bosco golenale, zone a sponda fluviale erosa ed altre in cui prevale il deposito di ghiaie. Nella zona, compresa nella rete Natura 2000 e nella Riserva Naturale della Foce dell'Isonzo, l'avifauna è ricchissima con oltre 200 specie osservate. Potremo vedere una colonia del colorato gruccione che nidifica nelle sponde erosa. Verranno trattati temi come la compatibilità tra agricoltura e attività del tempo libero e la conservazione dell'ambiente fluviale. In seguito ci si trasferirà a Terranova a vedere come un tratto golenale è stato sottratto al fiume mediante la costruzione di un argine secondario ed altre opere di bonifica nonostante le molte tutele che teoricamente riguardano la zona.

Ci guiderà nell'escursione il naturalista Paolo Utmar (per info e prenotazioni: 338 6371328).
Appuntamento domenica 15 maggio alle ore 09.00 a San Canzian d'Isonzo in via Marcorina bivio via Fratelli Bandiera (Vai alla mappa).
Per chi proviene dalla Rotonda di Villa Luisa è in corrispondenza del secondo accesso a S. Canzian ma girando a Sinistra, se si proviene da Pieris primo accesso ma girando a destra.

Iniziativa organizzata con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia dalle Associazioni: Ambiente 2000, Ass. Ambientalista Eugenio Rosmann, Fiume Isonzo, Legambiente Gorizia, Legambiente Monfalcone.

GALLERIA IMMAGINI: https://drive.google.com/folderview?id=0B-KukDramSe_ZW5ZcmlFVWwta1U&usp=sharing

Ecco il commento di Valentina Tortul alla prima escursione: <<Domenica 15 maggio si è svolta la prima escursione  organizzata dal gruppo "Salviamo l'Isonzo": oltre alle bellezze naturali, come la colonia di gruccioni, ci siamo resi conto degli effetti negativi che un certo tipo di agricoltura ha sull'ambiente naturale, anche all'interno di un'area a parco, come la sottrazione di golena sulla riva destra, mediante un argine abusivo>>

{tab=SECONDA ESCURSIONE}

Domenica 29 avrà luogo la seconda escursione organizzata dal gruppo di associazioni Salviamo l'Isonzo per divulgare i valori e le bellezze del nostro fiume ma anche per palare dei problemi. L'escursione si snoderà lungo la sponda sinistra dell’Isonzo a nord di Gorizia, da poco dopo il confine di stato verso il ponte del Torrione in un'area minacciata dalla reiterata richiesta di uno sbarramento a valle della diga di Salcano; in una zona dal grande valore ambientale e paesaggistico dove boschi e rupi accompagnano il libero scorrere delle acque del fiume ai piedi del monte Sabotino.
L'incontro dei partecipanti è previsto alle 09.00 nel parcheggio accanto al ponte del Torrione per poi spostarsi al punto di partenza dell’escursione a piedi. Si consigliano calzature da escursione. 
Il gruppo sarà accompagnato dal naturalista botanico Pierpaolo Merluzzi.
Posti limitati
 
Iniziativa organizzata con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia dalle Associazioni: Ambiente 2000, Ass. Ambientalista Eugenio Rosmann, Fiume Isonzo, Legambiente Gorizia, Legambiente Monfalcone.