Su questo sito si usano i cookies. Navigandolo li accetti

Sei qui: Home Circoli Medio Friuli

Circolo Medio Friuli

Circolo Medio Friuli

In cerca di futuri 3- Settimana mondiale della terra

settimana della terraIl Circolo Legambiente del Medio Friuli, in collaborazione con il Comune, A&T 2000, il Circolo culturale Lumiere e (s)punti di vista, propone 3 appuntamenti per celebrare la Settimana mondiale della Terra.

Giovedì 20 aprile, 20.45, sala della BCC "Codroipo si differenzia". Serata dedicata ad un approfondimento sulla gestione dei rifiuti, con A&T 2000, Vittorino Boem e Giancarlo Bianchini

Venerdì, 21 Aprile, alle ore 20.45, al Teatro Benois, proiezione del documentario "Domani"di Cyril Dion. 

Domenica 23 aprile, ore 08.30, Foro Boario, "Puliamo il mondo... a Codripo", con la partecipazione ed il sostegno delle Associazioni e dei cittadini.

In allegato il programma completo

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (settimana della terra.pdf)settimana della terra.pdf1923 kB80

Evento: in cerca di futuri

2017 arpaia coloriLegambiente del Medio Friuli vi invita al primo appuntamento di "In cerca di futuri" che si terrà il 19 febbraio presso la BIblioteca civica di Codroipo. Sarà presentato il libro "Qualcosa, là fuori" del giornalista e romanziere Brunio Arpaia. Dettagli in allegato.

Leggi tutto...

#notrivelle - Come in mare così in terra

#notrivelle - Incontro a SedeglianoIl Circolo LEGAMBIENTE Medio Friuli organizza una serata informativa

sul REFERENDUM CONTRO LE TRIVELLAZIONI PETROLIFERE

SEDEGLIANO mercoledì 13 aprile ore 20.45

Nel rispetto dello strumento democratico del Referendum si rende necessario discutere del tema referendario sulle autorizzazioni alla trivellazione lungo le coste italiane e della politica energetica nazionale.

Ne parleremo con :
Andrea WEHRENFENNIG coordinamento regionale “VOTA SI per fermare le trivelle”
Matteo MAZZOLINI direttore APE Agenzia per l’Energia FVG

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (notriv-sedean-jpg.jpg)#notrivelle346 kB213

Marcia non competitiva: Dal Val al Tiliment

2a marcia non competitiva Dal Var al TilimentIl Circolo Legambiente del Medio Friuli partecipa alla

2a marcia non competitiva dal Var al Tiliment

Venerdì 1 maggio 2015 la pro loco La Tor, in collaborazione con le altre pro loco e associazioni di Varmo e con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, organizza la seconda edizione della marcia non competitiva "DAL VAR AL TILIMENT" inserita nel calendario delle manifestazioni “Corritalia...corri con l’A.I.C.S.!” promossa dall’Associazione Italiana Cultura e Sport e “Benessere in movimento” organizzata dall’ASD
Atletica 2000 di Codroipo.

Leggi tutto...

Circolo Medio Friuli: obiettivi e attività

Il Circolo opera nel territorio del Medio Friuli portando avanti attività di informazione soprattutto sui temi della mobilità, dell'agricoltura, dell'energia.

TEMATICHE

  • mobilità
  • agricoltura
  • energia

ATTIVITÀ

  • Progetto Pedibus con il Comune di Codroipo e analisi dei temi connessi alla mobilità urbana
  • Banchetti informativi sui temi dell'energia e degli ogm
  • Partecipazione alle commissioni comunali e intercomunali

Aghe Reâl inquinata a causa di un danno alla rete fognaria

Aghe real 497x374AGHE REâL INQUINATA A CAUSA DI UN DANNO ALLA RETE FOGNARIA

Il Circolo  Legambiente del Medio Friuli  a seguito di una segnalazione fatta a Legambiente FVG segnala quello che è successo nella roggia di risorgiva  Acqua Reale (Aghe Reâl) il cui letto, da alcuni giorni è letteralmente ricoperto da una sostanza biancastra per oltre un kilometro all'interno del biotopo regionale delle Risorgive di Codroipo. Sembra che da  uno sfioratore della condotta fognaria cittadina, gestita dal Consorzio Acquedotto Friuli Centrale, sia tracimata una notevole quantità di materiale, riversandosi nella roggia, causando un danno biologico che, al momento, pare di difficile recupero in tempi brevi. Sul posto è intervenuto il Corpo Forestale  e già da quattro/cinque  giorni una ditta di idrospurghi è al lavoro per sbloccare il tratto fognario interessato, il cui intasamento pare sia all'origine dello sversamento.

Si chiede al CAFC ed all’Amministrazione comunale, come mai sia stato sottovalutato un problema di semplice manutenzione e come mai non si sia attuata regolarmente una manutenzione periodica  con interventi meccanici da programmare, sicuramente meno costosi di un intervento su un sito inquinato.

Si chiede se sono previsti e quali siano i provvedimenti che verranno presi per contenere i danni ambientali (1,5 km di canale interessato, fauna e flora del letto gravemente compromessa con conseguenti ripercussioni sulla fauna che di ciò si alimenta)

Si chiede se è vero che il problema era conosciuto e se  l’Amministrazione Comunale aveva  sollecitato l’intervento necessario di pulizia.

Si chiede infine su chi ricadrà il costo economico delle operazioni di risanamento, se su chi ha commesso errori  manchevolezze, o non venga piuttosto spalmato su tutti i contribuenti codroipesi con improvvidi aumenti del canone di depurazione.