Su questo sito si usano i cookies. Navigandolo li accetti

Sei qui: Home Circoli Monfalcone

Circolo di Monfalcone

Circolo di Monfalcone

Legambiente alla “Sagra de le Raze”

EcofesteLegambiente alla “Sagra de le Raze” a Staranzano, una delle Ecofeste promosse dalla Provincia di Gorizia, fino al 7 settembre

“Le ecofeste e le sagre virtuose: divertimento e sostenibilità”
Perché organizzare una sagra ecologica? Cosa sono le stoviglie biodegradabili? Quanto costa di più? Perché a casa devo differenziare i rifiuti e alle sagre no?

venerdì 28 agosto 2015 ore 18:30, presso la Sala del consiglio comunale di Staranzano – 2° piano

in collaborazione con il comune di Staranzano

Leggi tutto...

Rete Ferroviaria Italiana peggio di Attila

Strage di alberi alla stazione di RedipugliaMonfalcone, 10 agosto 2015

Stazione di Redipuglia: Rete Ferroviaria Italiana peggio di Attila

Chi passa in questi giorni lungo la Strada Regionale 305 e guarda verso la Stazione di Redipuglia si potrà accorgere degli effetti che una mano pesante ha causato a danni della natura, quasi a voler emulare la devastazione provocata in zona nel corso del primo conflitto mondiale. Il taglio a raso di decine di conifere ha riportato infatti l’orologio indietro di quasi cent’anni, quando i cittadini di Fogliano Redipuglia, rientrati dalla profuganza durata dal 1915 al 1919, rientrarono nelle proprie case.

Leggi tutto...

Raccolta differenziata dei rifiuti

Raccolta differenziata in provincia di GoriziaMonfalcone, 2 agosto 2015

Raccolta differenziata dei rifiuti: stesse regole per tutti?
tra luci e margini di miglioramento

Sono diversi anni che in provincia di Gorizia è in vigore il sistema di gestione dei rifiuti chiamato “porta a porta”. Un metodo che è stato osteggiato da una minoranza di persone (ricordiamo i referendum consultivi di Monfalcone e Staranzano) ma che nei numeri ha dimostrato in modo inequivocabile la sua validità. Senza dimenticare che i margini di miglioramento esistono. Sia in termini di riciclaggio sia di riduzione dei rifiuti.

Leggi tutto...

NO definitivo a Zamparini

Stop a Zamparini CityMonfalcone, 16 giugno 2015

Legambiente: No definitivo a Zamparini è una buona notizia. Adesso fermare il progetto hotel Adria sarebbe un atto di buon senso

La recente presa d’atto del Consiglio comunale di Grado dell’abbandono del progetto di Zamparini “Valle Cavarera” è una bella notizia e mette finalmente la parola fine su una vicenda gestita da anni in modo pessimo dalla politica locale. Dopo due anni dalle dichiarazioni dell’imprenditore di voler abbandonare il progetto e lasciare Grado, si crea l’opportunità non più rinviabile di mettere in regime di salvaguardia il Piano regolatore e cominciare a individuare i nuovi indirizzi che dovranno disegnare lo scenario urbanistico di Grado per i prossimi anni, abbandonando la filosofia del cemento e guardando ad uno sviluppo turistico ecosostenibile.

Leggi tutto...

Amianto & Concretezza

Amianto & ConcretezzaComunicato stampa Udine, 14 maggio 2015

le richieste di AEA di Monfalcone e di Legambiente alla vigilia della VI Conferenza regionale sull’amianto

Amianto & Concretezza: censimento, bonifiche, assistenza sanitaria e informazione

In occasione dell’incontro pubblico organizzato da Legambiente con il sostegno dell’Associazione Esposti Amianto di Monfalcone, nella giornata delle vittime dell’amianto, le due associazioni hanno individuato alcuni ambiti di intervento che si reputa opportuno evidenziare alla vigilia della VI Conferenza regionale sull’amianto, apparendo prioritario rivendicare concrete risposte in particolare nei settori concernenti il grado di avanzamento del censimento, delle bonifiche e dell’informazione sull’argomento, oltre che dell’assistenza sanitaria.

Leggi tutto...

Relazione attività 2014 e 2015

Relazione attività 2014 Circolo Legambiente MonfalconeAssemblea annuale degli iscritti 2015

RELAZIONE ATTIVITA’ 2014 E PROGRAMMA 2015

Trent'anni di Legambiente su questo territorio sono stati una presenza necessaria o quantomeno utile a determinare le politiche ambientali, a sensibilizzare e coinvolgere l’opinione pubblica e la politica, e a impedire od ostacolare interventi di cementificazione del territorio. Possiamo rivendicarlo e possiamo testimoniarlo percorrendo nel tempo le innumerevoli vertenze che abbiamo affrontato, le infinite operazioni di sensibilizzazione ambientale, il costante impegno sul fronte dell’elaborazione tecnico scientifica quando si è trattato di studiare, valutare e presentare proposte e osservazioni su studi e progetti.

Leggi tutto...