Su questo sito si usano i cookies. Navigandolo li accetti

Sei qui: Home Circoli Prealpi Carniche

Circolo Prealpi Carniche

Circolo Prealpi Carniche

Sghiaiamento del lago di Barcis

Sghiaiamento BarcisComunicato stampoa, Montereale 7 settembre 2015

SGHIAIAMENTO DEL LAGO DI BARCIS: Quali soluzioni si stanno prospettando?

Sono passati 15 anni dal primo progetto di sghiaiamento del lago di Barcis, progetto che allora aveva il carattere dell’urgenza, su cui c’era accordo tra tutti gli enti coinvolti, e che non è mai stato attuato per l’atteggiamento irresponsabile di politici regionali e locali. Le conseguenze sono state evidenti con la chiusura sempre più frequente della strada SR251 in seguito ad allagamenti. Ora si è posto momentaneo rimedio rialzando la carreggiata in corrispondenza del Varma con una spesa di circa 2 milioni di euro.

Leggi tutto...

La notte della Civetta

La notte della civettaIl Circolo Legambiente Prealpi Carniche presenta Sabato 11 Aprile 2015 presso la sala “Menocchio” a Montereale Valcellina

NOTTE EUROPEA DELLA CIVETTA XI EDIZIONE

Programma:

17.30 - Claudio Bearzatto ci parlerà degli Strigiformi (rapaci notturni) del nostro territorio

18.00 - analizziamo le borre: laboratorio per grandi e piccini

19.00 - partenza per una facile escursione notturna sul Monte Spia per l’ascolto degli Strigiformi Munirsi di cena al sacco, pila e abbigliamento adeguato

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (La notte della civetta.pdf)La notte della civetta.pdf102 kB557

"L'acqua e il territorio", incontro a Tramonti di Sopra

L'ACQUA E IL SUO TERRITORIO

Lacqua e il suo territorio Tramonti di Sopra

La ferrovia "quasi-dimenticata" Sacile - Gemona

Ferrovie dimenticate 2015 2La Ferrovia "quasi-dimenticata" Sacile-Gemona

Grazie al Circolo Legambiente Prealpi Carniche e all'associazione Aruotalibera - FIAB, Domenica 8 Marzo, dalla stazione di Montereale Valcellina è partito in bicicletta un nutrito gruppo di persone, che ha incontrato ad Aviano un gruppo proveniente da Budoja.

La giornata delle ferrovie dimenticate si è celebrata così lungo la linea della ferrovia "quasi-dimenticata" che fino al 2012 veniva percorsa da Sacile a Gemona, con stazioni nelle principali frazioni della pedemontana friulana.

Nel corso della mattinata è stato raccontato da Laura Magris il punto della situazione relativa alla vicenda che ha portato prima alla sospensione della linea nel 2012, a seguito del deragliamento di un treno a causa di una frana e poi ad un avvicendarsi di proposte per l'utilizzo della linea ferroviaria.

La riattivazione della linea dipende anche dall'attivazione di un turismo sostenibile nel territorio pedemontano che preveda degli spostamenti intermodali  e consideri le stazioni come "simbolo del viaggio", come hanno spiegato Ermes Povoledo, Giorgia Liut e Tommaso Iaiza, alcuni degli architetti che hanno lavorato ad un progetto per un uso continuativo della pedemontana friulana. Si rimanda al link della pubblicazione: http://issuu.com/architettura7/docs/a7/30?e=14283641/10084268.

Una bella iniziativa che ha visto la partecipazione di diverse organizzazioni e dei sindaci di Budoja e di Aviano. Anche il sindaco di Budoja, Roberto De Marchi, ha ribadito la necessità di un turismo sostenibile nella zona pedemontana, da creare grazie alla sinergia tra i diversi comuni coinvolti dal passaggio della ferrovia.

Ferrovie dimenticate 2015 3

Legambiente, Arci e richiedenti asilo puliscono la ciclabile del monte castello

Pulizia Cjasarile BennataLEGAMBIENTE, ARCI E RICHIEDENTI ASILO PULISCONO LA CICLABILE MAI APERTA DEL MONTE CASTELLO

Continuano SABATO 7 MARZO i lavori di manutenzione con i Richiedenti Asilo di Montereale.
Ultimeremo la manutenzione della pista ciclabile del Castello e quindi saliremo al Castello dove puliremo la fascia perimetrale esterna.
Ritrovo per il caffè ore 8.15 in Piazza Roma

Esattamente un anno fa denunciavamo la mancata apertura della strada ciclabile del Monte Castello a Montereale i cui lavori erano stati ultimati nei primi mesi del 2013 e addirittura inaugurata il 26 luglio 2013.

Si tratta di un percorso molto bello con diversi muri di contenimento originari in sassi e che consente di visionare dall’alto le opere della diga di Ravedis e il serbatoio. Consente anche di raggiungere, proseguendo lungo un bel sentiero, i ruderi del Castello di Montereale (del 1200 d.c.) in un ambiente suggestivo e con una splendida panoramica sulla pianura e la Valcellina.

Ad oggi, per inspiegabili motivi, la strada è ancora chiusa e si sta rapidamente deteriorando: le caditoie per l’acqua si sono riempite di materiale inerte con conseguente erosione del fondo e ai lati stanno riscrescendo arbusti e rovi. Sono stati spesi quasi 250.000 euro per un’opera mai utilizzata dagli escursionisti se non abusivamente.

Di fronte all’incuria degli Enti coinvolti il Circolo Legambiente Prealpi Carniche e il Circolo ARCI Tina Merlin hanno deciso di intervenire iniziando sabato 28 febbraio un lavoro di manutenzione e di pulizia.

Per questo sono stati coinvolti i richiedenti asilo attualmente ospitati a Montereale che hanno dato la disponibilità a lavorare nell’ambito di un piccolo progetto dei due Circoli con cui si cercherà di aiutare queste persone a riacquisire una dignità sentendosi parte di una comunità e non degli esclusi.

Progetto che al momento non ha alcun sostegno pubblico e si basa unicamente sul lavoro volontario.

I lavori proseguiranno ogni sabato e prevedono dopo la pista ciclabile, la manutenzione del sito del Castello, dell’ambito del Cjasarile-Bennata con la realizzazione di alcune piccole opere di completamento e la manutenzione della sentieristica locale.

Giornata delle ferrovie dimenticate

Sacile - GemonaGIORNATA DELLE FERROVIE DIMENTICATE

In occasione della Giornata nazionale delle Ferrovie dimenticate, Legambiente propone delle iniziative per la valorizzazione dei paesaggi ferroviari dismessi che un tempo rappresentavano quella mobilità lenta ed ecologica che si snodava fra corridoi naturali, ponti, stazioni e caselli.

DOMENICA 8 MARZO 2015

Escursione in bicicletta lungo la pista ciclabile che costeggia la tratta ferroviaria Sacile - Gemona

Il percorso si svilupperà da Montereale Valcellina fino ad Aviano, dove ci incontreremo con il gruppo proveniente da Budoia e con i cicloturisti di Aruotalibera.

Il Sindaco di Budoia, Roberto De Marchi, relazionerà sugli sviluppi dello studio di fattibilità per il rilancio della tratta ferroviaria Sacile-Gemona (chiusa da luglio 2012) affidato a Società Ferrovie Udine Cividale S.r.l.

Il ritrovo è fissato alle ore 8:30 presso il piazzale della Stazione di Montereale Valcellina e l'arrivo al piazzale della Stazione di Aviano è previsto alle ore 11:00 circa .

In caso di maltempo l’iniziativa verrà sospesa.

Per ulteriori informazioni telefonare a:
Alzetta Jessica 340-2766350