Su questo sito si usano i cookies. Navigandolo li accetti

Sei qui: Home Circoli Trieste

Circolo di Trieste

Circolo di Trieste

Adriatico: un mare da conoscere e da tutelare

Adriatico: un mare da conoscere e da tutelareIn attesa dell'arrivo della Goletta Verde di Legambiente, che sarà a Trieste il 22 e 23 giugno, Legambiente Trieste invita all'incontro pubblico su “L'Adriatico: un mare da conoscere e tutelare” che si terrà martedi 16 giugno all'Antico Caffè San Marco di Trieste in via Battisti 18, alle ore 18.00. Le più recenti ricerche scientifiche e le implicazioni ambientali delle attività economiche ed estrattive nell'Adriatico

Leggi tutto...

Le osservazioni di Legambiente sul rinnovo dell'autorizzazione per le Ferriera

Osservazione di Legambiente alla richiesta di AIA per la Ferriera di Triestecomunicato stampa del 10 giougno 2014

Legambiente Trieste (circolo Verdeazzurro) ha presentato le proprie osservazioni sui contenuti dei documenti che Siderurgica Triestina ha depositato presso la Regione FVG per il rinnovo dell’Autorizzazione Integrata Ambientale.

Pur criticando la riservatezza chiesta dalla società proponente su gran parte dei documenti, che contrasta con la trasparenza e la disponibilità al dialogo spesso dichiarate dall'azienda, con le nostre osservazioni siamo entrati nel merito dei contenuti della documentazione, e qui ne riportiamo una sintesi.

Leggi tutto...

Bike Pride

Bike prideBike pride #viamazziniciclabile

Sabato 6 giugno FIAB Trieste Ulisse organizza un Bike Pride per chiedere che lungo tutta la via Mazzini si realizzi un percorso ciclabile continuo, sicuro e riconoscibile. Il ritrovo sarà alle ore 19.00 in piazza Repubblica da dove si partirà per pedalare lungo le vie del centro città. La parola d’ordine sarà: “Noi siamo il traffico”.

Leggi tutto...

Che si decida sul gasdotto TS-Grado-Villesse

Gasdotto Trieste-Grado-VillesseTrieste, 14 maggio 2015    COMUNICATO STAMPA

Rigassificatore GasNatural. Legambiente e WWF:
“La Regione assuma una decisione sul gasdotto Trieste-Grado-Villesse”.

La battaglia contro il redivivo (ma in realtà non era mai morto) progetto del rigassificatore, proposto da GasNatural nel porto di Trieste, va condotta contemporaneamente su più fronti. Uno di questi, fondamentale, è quello del progettato gasdotto – parzialmente sottomarino – tra Trieste, Grado e Villesse, che non ha ancora ottenuto il parere ambientale dai Ministeri competenti.

Leggi tutto...

Il punto sul rigassificatore di Zaule

Rigassificatore ZauleRigassificatore di Zaule

In allegato una sintesi della conferenza stampa tenutasi il 13 aprile a Trieste da Legambiente e WWF Italia a proposito dell'istanza di prelievo presentata il 25 marzo 2015 presso il TAR dl Lazio, che chiede venga discusso quanto prima il ricorso presentato nel 2009 dalle due associazioni contro il decreto del Ministero dell'Ambiente che - nel 2009 - ha approvato la compatibilità ambientale per il progetto della Gas Natural.

Leggi tutto...

Gita "Alle origini della Rosandra"

RosandraAlle origini della Rosandra

gita organizzata dal Circolo Verdeazzurro LEGAMBIENTE Trieste

appuntamento domenica 26 aprile ore 9.00 dopo il valico di Pese (parcheggio a destra a circa 300 metri dal confine)

per prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure cell.  366-3430369 (avvisare se si intende prenotare anche il pranzo)

L’escursione proposta dal circolo di Trieste di Legambiente, ci porterà a conoscere una zona in realtà vicinissima alla nostra città, ma rimasta selvaggia ed incontaminata anche dal punto di vista paesaggistico, certamente anche a causa della presenza del confine di stato che per molti anni ha di fatto tagliato fuori la parte alta del bacino del Rosandra (Glinscica) da quella inferiore, la ben nota “Val Rosandra”, dirupata e spettacolare. La zona è anche piuttosto difficile da raggiungere in automobile (è necessario un lungo giro) ed anche questo ha contribuito a mantenerla immune dalle “villettizzazioni”, a parte (come vedremo…) il tratto più facilmente raggiungibile con mezzi motorizzati. La parte alta del bacino del torrente Rosandra è del tutto diversa da quella inferiore in virtù del diverso tipo di terreno: si tratta di una zona di “flisch” ovvero di terreno sedimentario di recente costituzione, che, a differenza del terreno carsico, trattiene le acque in superficie creando declivi dolci ricoperti di vegetazione.

L'articolo continua...

Leggi tutto...