Su questo sito si usano i cookies. Navigandolo li accetti

Sei qui: Home Circoli Trieste

Circolo di Trieste

Circolo di Trieste

Accanto al fuoco al tramontar del sole

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Accanto al fuoco, al tramontar del sole

passeggiata lungo la traversata muggesana
 
SABATO 15 NOVEMBRE 2014 
 
- 14.00 ritrovo a Muggia al capolinea della 20
- passeggiata passando per Muggia Vecchia fino al Ristoro Agrituristico Scheriani che sara’ aperto solo per noi
- 17.00  arrivo all’Agriturismo in tempo per il tramonto, quindi cena al costo di 20 euro bevande escluse
- 21.00 rientro in bus dal Lazzaretto
 
PER PRENOTAZIONI CHIAMARE IL NUMERO 366-5239111 o inviare una mail con i nomi dei partecipanti a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
si raccomanda serieta’ nelle prenotazioni: i posti sono limitati.
 
Avremo modo di osservare un territorio preziosissimo, sia dal punto di vista culturale (visita a Muggia Vecchia lungo il percorso) che da quello naturalistico, gravemente minacciato da progetti disastrosi (rigassificatori) e da dissesto idrogeologico (vedi la recente frana che ha fatto una vittima...). All’Agriturismo Scheriani, situato in splendida posizione a monte di Lazzaretto, potremo ammirare il tramonto del sole nel mare, molto precoce vista la stagione. Li’ troveremo una bella sala con caminetto acceso e una cena "stagionale" ovvero autunnale, accompagnata dagli onesti vini dell'azienda. Una escursione per conoscere meglio ciò che dobbiamo tutelare e per un bel momento conviviale prima dell'inverno.
 
PS: per chi ci crede il tempo, secondo i modelli meteo a lungo termine, dovrebbe essere buono; in ogni caso l’iniziativa si svolgera’ anche in caso di maltempo, eventualmente raggiungendo Muggia Vecchia con il mezzo pubblico.

Piano regolatore di Muggia. Legambiente: “Modificare le previsioni per l’area del Lazzaretto-San Bartolomeo”.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Piano regolatore di Muggia. Legambiente: “Modificare le previsioni per l’area del Lazzaretto-San Bartolomeo”.

Devono essere modificate le previsioni del nuovo piano regolatore di Muggia per l’area del Lazzaretto-San Bartolomeo. Lo afferma Legambiente, nelle osservazioni inviate ieri al Comune a firma della presidente del circolo Verdeazzurro di Trieste, Lucia Sirocco.

“L’area costiera del Lazzaretto-San Bartolomeo – scrive l’associazione ambientalista – presenta un’elevata qualità ambientale, analoga (se non superiore) a quella dell’adiacente zona del Debeli rtič (Punta Grossa), in cui la Repubblica di Slovenia ha individuato un Sito di Importanza Comunitaria – SIC e una Zona di Protezione Speciale – ZPS, in base ai criteri delle Direttive europee in materia.”

Inoltre, nell’area immediatamente retrostante la strada costiera, è prevista una zona turistica G1, per un insediamento alberghiero di 15 mila metri cubi (edifici di tre piani alti fino a 9,5 m.). “Pur se inferiore ai 38 mila metri cubi di edifici, previsti in quell’area dal vigente piano regolatore – sottolineano gli ambientalisti – l’intervento ammesso nel nuovo piano appare del tutto fuori scala, anche perché andrebbe a cementificare un’area ricoperta di vegetazione boschiva.”

“E’ positivo – conclude Legambiente – che nel nuovo piano regolatore sia scomparsa la previsione di un porto nautico in quella porzione di costa, ma la conclamata esigenza di bloccare il consumo di suolo naturale ed agricolo, insieme alla conclamata fragilità idrogeologica del territorio muggesano, evidenziata purtroppo dai recenti tragici eventi, impongono che l’area del Lazzaretto-San Bartolomeo sia tutelata, evitando nuove invasive urbanizzazioni.

Sono in particolare i fondali marini e la battigia nell’area di Punta Grossa a rivestire un notevole interesse naturalistico: la Slovenia vi ha identificato infatti ben tre habitat prioritari, che si rinvengono anche nella adiacente area in territorio italiano.

Inoltre, la ZPS slovena di Punta Grossa, per la presenza di numerose infrastrutture della maricoltura, rappresenta un’importante area di sosta per una specie prioritaria come il Marangone dal Ciuffo, raro uccello pelagico che frequenta anche alcune zone costiere del Golfo di Trieste.

Il valore ambientale dei fondali marini al Lazzaretto-San Bartolomeo è arricchito poi dalla presenza della “Piattaforma sommersa di Punta Sottile”, geosito di importanza nazionale che presenta caratteristiche morfologiche e paesaggistiche subacquee uniche nell’Adriatico; ragion per cui è stato inserito nel 2009 nell’elenco dei geositi della Regione Friuli Venezia Giulia.

Nei pressi del geosito sono presenti anche resti archeologici romani (moli e peschiere), risalenti al I secolo d.C.

Di tutto ciò il nuovo Piano regolatore di Muggia non pare tener conto: in quell’area sono previsti infatti non meglio specificati “servizi per la balneazione” lungo tutta la fascia costiera. Vanno invece assolutamente evitati, osserva Legambiente, interramenti e la posa di strutture fisse, come pontili e simili, in grado di danneggiare i fondali.

In questa prospettiva, Legambiente ritiene opportuna l’individuazione anche lungo la fascia costiera italiana di un SIC/ZPS analogo e contiguo a quello di Debeli rtič individuato in Slovenia, l’esistenza del quale è ignorata negli elaborati del piano regolatore di Muggia, ancorché imponga necessariamente lo svolgimento di una Valutazione di Incidenza transfrontaliera. Gli interventi previsti nel nuovo piano regolatore, infatti, potrebbero comportare impatti negativi su tale SIC/ZPS.

Passeggiata nel Boschetto del Farneto

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Bosco farnetoADOTTIAMO UNA REALTA’ DEL NOSTRO TERRITORIO: IL BOSCO  DEL FARNETO

Sabato 25 ottobre 2014 alla “passeggiata nel boschetto del Farneto”
 
con la Guardia Forestale per conoscere gli alberi, ore 10.00 Rotonda del Boschetto (bus: 6 – 9)
 
LEGAMBIENTE vi invita ad un’ iniziativa di educazione ambientale rivolta ai più o meno giovani per  conoscere e riconoscere gli alberi e le piante che popolano il nostro boschetto. Un’esperienza di profumi e sensazioni  che ci porteranno a valorizzare il nostro patrimonio verde urbano. Un’occasione per rivivere assieme l’esperienza  della tradizione escursionistica dei nostri nonni che utilizzavano quest’area verde per le loro uscite domenicali.
 
In collaborazione con ARCI Servizio Civile, Bioest, Stella Alpina Onlus per il progetto “L’educazione ambientale come terreno di cittadinanza per una società capace di futuro".

TTIP: Giornate europee di mobilitazione

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

LE GIORNATE EUROPEE DI MOBILITAZIONE

Legambiente aderisce alla campagna per fermare il trattato di liberalizzazione commerciale USA-UE. In gioco la sicurezza dei cibi, dell'ambiente, dei luoghi di lavoro.
Sono in programma iniziative in tutta Italia.  Ti segnaliamo fra gli altri  l’incontro organizzato da Comitato Territoriale de l'Altra Europa con Tsipras del 22 ottobre.
 
A partire dal 10 ottobre 2014 oltre 100 eventi in tutta Europa, decine di iniziative da Nord a Sud del Paese per fermare il TTIP, trattato di liberalizzazione selvaggia tra Europa e Stati Uniti.

Per non dare alle multinazionali mano libera sui servizi, le comunicazioni, l'istruzione, la cultura, la medicina e le cure sanitarie, la manipolazione biogenetica, la sicurezza sul lavoro...

• Cosa sappiamo del TTIP?

• Come si lega il TTIP col “Job Act” e la politica del governo Renzi sul lavoro?

Per informarti vieni il giorno 22 ottobre alle 17.00 all'Università degli Studi di Trieste, Aula Magna di Androna Baciocchi, 4 (laterale di via Lazzaretto Vecchio in corrispondenza del n. 12, fra via Belpoggio e via Corti.)

Ne parleranno:

- Laura Chies del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche dell’Università di Trieste

- Riccardo Petrella, Presidente dell'Istituto Europeo di Ricerca sulla Politica dell'Acqua a Bruxelles, professore emerito dell'Università Cattolica di Lovanio e della Libera Università di Bruxelles. E' promotore del movimento dell'Acqua Bene Comune in Italia.

(altri interventi sono in corso di definizione)

- Introduce Marino Calcinari, del Comitato Territoriale di Trieste de l'Altra Europa con Tsipras.

Puliamo il Bosco del Farneto

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Bosco Farneto 640x458PULIAMO IL BOSCO FARNETO

18 ottibre 2014, h 10:00

Nell'ambito della campagna PULIAMO IL MONDO, storica manifestazione di Legambiente, rinnoviamo l'appuntamento  quest'anno a cui  possono partecipare  tutte le persone che hanno a cuore l'ambiente, basta munirsi di buste di plastica, guanti robusti, portare un abbigliamento e scarpe adeguate e tanta buona volontà (del materiale sarà comunque messo a disposizione dall’associazione).

Questa giornata fuori-porta, accanto ad una gradevole  compagnia  e all'impegno per una causa comune , ha come obiettivo quello di sviluppare nei cittadini il senso di responsabilità e di rispetto verso l’ambiente e dei beni comuni.

L'iniziativa è organizzata dall'Associazione Stella Alpina in collaborazione con Legambente Circolo Verdeazzurro di Trieste, ARCI Servizio Civile, Bioest, Pro Loco di San Giovanni - Cologna.

In allegato il volantino dell'iniziativa!

Per informazioni:

Stella Alpina               cell. 3458451146              Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tiziana Cimolino        cell  3287908116               Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Alla scoperta della Val d'Arzino

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

arzino-636x405Il Circolo Verdeazzurro di Trieste vi invita a partecipare all'incontro "Alla scoperta della Val d’Arzino", Mercoledì 8 ottobre ore 18.00 al Caffè San Marco, via Battisti 18, Trieste

con
Dario Tosoni
Movimento per la Tutela della Val d’Arzino

In allegato il volantino

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (volantino Arzino.pdf)Alla scoperta della Val d\'Arzino361 kB401