Su questo sito si usano i cookies. Navigandolo li accetti

Sei qui: Home Energia

Energia

Secretato lo studio sulla sismicità di Krsko

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Centrale Krsko

WWF e Legambiente FVG scrivono alle Autorità Slovene, Croate e Italiane chiedendo sia reso pubblico lo studio, redatto dall’Istituto francese per la sicurezza nucleare, che ha confermato l’elevata sismicità dell’area di Krško (peraltro nota da tempo), “secretato” dalla società Gen Energija, che gestisce la centrale di Krško esistente e cura il progetto della nuova centrale.

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (2013_04_24_Nota_ministeri_sloveni_Krsko.pdf)[2013-04-24]_Nota_Ministri_Slovenia_Croazia_Italia_studio_sismicità_Krsko47 kB383

Krško 2, una centrale nucleare in zona sismica

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

KrskoCOMUNICATO STAMPA
Udine, 1 aprile 2013

Krško 2, una centrale nucleare in zona sismica

Bocciato dall’Istituto per la sicurezza nucleare francese il raddoppio dell’impianto. Legambiente chiede ai candidati presidenti di pronunciarsi durante la campagna elettorale.

L’istituto francese per la sicurezza nucleare, chiamato dalla Slovenia ad esprimersi sul progetto di nuova centrale nucleare in Slovenia, afferma – confermando per altro studi già noti – che l’area di Krsko risulta essere sensibile ai movimenti tellurici. Il progetto, infatti, prevede di abbinare all’esistente una seconda centrale di ben 1.600 megawatt di potenza installata, pari a tre volte l’impianto esistente.

Leggi tutto...

Rigassificatore: Lettera ai Ministri

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 Rigassificatore di Trieste-Zaule:

WWF e Legambiente: “Azzerare tutte le procedure a cominciare dal decreto VIA del 2009”

Lettera delle associazioni ai ministri Passera, Clini e Ornaghi

Azzerare tutte le procedure autorizzative in corso, sul rigassificatore di Trieste-Zaule proposto da Gas Natural e sulle altre infrastrutture energetiche connesse con quell’impianto.

Lo chiedono WWF e Legambiente, in una nota inviata ai ministri dello Sviluppo Economico, Passera, dell’ambiente, Clini e dei Beni culturali, Ornaghi.

Leggi tutto...

Legambiente: no ad un nuovo impianto a carbone a Monfalcone

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

COMUNICATO STAMPA
Monfalcone, 29 novembre 2012

Legambiente: no ad un nuovo impianto a carbone a Monfalcone. Bisogna abbandonare progressivamente le fonti fossili e promuovere energie rinnovabili ed efficienza energetica.

La politica energetica che Legambiente persegue esclude la possibilità di realizzare nuovi impianti a carbone in Italia. E’ di questi giorni una grande mobilitazione contro la costruzione di una centrale a carbone a Saline Ioniche (RC), ed anche per Monfalcone il circolo ed il regionale di Legambiente affermano lo stesso indirizzo.

Leggi tutto...

Scenario per Tarvisio terminale del metanodotto South Stream

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

South Stream ProjectCOMUNICATO STAMPA
Udine,  22 novembre 2012

L’accordo che prevede il nodo di Tarvisio quale punto terminale del metanodotto South Stream cambia il quadro delle politiche energetiche perseguite dalla Giunta regionale.

Il progetto, che si prevede di realizzare entro il 2015, riguarda una capacità di oltre 60 miliardi di metri cubi all'anno, che equivale praticamente all'intero consumo italiano. Ad avviso di Legambiente FVG, la realizzazione del metanodotto South Stream con terminale a Tarvisio appare in contraddizione con le Strategia Energetica Nazionale presentato dal Governo e ora in discussione, fondata sulla costruzione di alcuni rigassificatori “strategici”, sulla capacità di stoccaggio e sulla priorità all'acquisizione nel mercato nazionale del gas dei contratti a breve (“spot”).

Leggi tutto...

Serata informativa e test drive sui veicoli elettrici

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

svoltaelettricaGiovedì 11 ottobre alle ore 20.45 a Udine (Piazza Libertà - Sala Ajace) serata informativa veicoli elettrici, nell’ambito della campagna di SoleinRete, rete nazionale di gruppi d’acquisto per favorire l’autonomia energetica. Si tratta di un' interessante occasione di approfondimento, assieme ad esperti del settore, delle tematiche relative alla mobilità elettrica - come funziona l’auto, lo scooter, la bici, come si ricaricano, quale autonomia hanno, quanto costano, ecc. - e di opportunità e vantaggi in termini di servizio e di risparmio economico che derivano dall'adesione ai Gruppi d’Acquisto Veicoli Elettrici. Sarà inoltre illustrato il progetto Svolta Elettrica, promosso da Energoclub e dalla Fondazione EV Now! che mira a “sviluppare e diffondere la mobilità elettrica intervenendo a livello culturale, sociale, economico, ambientale con azioni che coinvolgano i diversi anelli della filiera elettrica a beneficio della collettività, dell’ambiente e dell’economia”. come l'Associazione contribuisce allo sviluppo e alla crescita della mobilità elettrica e della relativa filiera: parleremo di auto, scooter e biciclette e di tutte le nostre iniziative in essere.A partire dalle 18.30 dell’11 ottobre tutti gli interessati potranno inoltre effettuare il TEST DRIVE di alcuni veicoli elettrici proposti dal GRUPPO DI ACQUISTO: la citycar elettrica Citroen C-Zero e la Opel Ampera, auto elettrica ad autonomia estesa.