Su questo sito si usano i cookies. Navigandolo li accetti

Sei qui: Home Esercizi Commerciali Virtuosi

Esercizi Commerciali Virtuosi - CONCLUSIONE

PAES Udine

 

Esercizi Commerciali Virtuosi

(per il risparmio energetico)

 Diventiamo responsabili dei nostri consumi: a casa e al lavoro

{tab=PREMESSA} 

Il Comune di Udine ha aderito tra i primi in Italia al “Patto dei Sindaci” (Covenant of Mayors), iniziativa della Comunità Europea a supporto del cosiddetto pacchetto europeo “climaenergia”, conosciuto anche come strategia “20-20-20” e che prevede entro il 2020:

  • il taglio delle emissioni di gas serra del 20% (almeno) rispetto al 1990
  • la riduzione del consumo di energia del 20% grazie all’aumento nell’efficienza
  • il 20% del consumo energetico totale europeo generato da fonti rinnovabili.

Per tenere fede a questo Patto, i Comuni devono misurare i consumi di energia sul proprio territorio per poi avviare le azioni in direzione della strategia 20-20-20. Concretamente i Comuni si impegnano in azioni “a breve termine”, concernenti i consumi (e i risparmi) dell’Ente pubblico; e in altre “a lungo termine”, per sensibilizzare e coinvolgere i cittadini, le imprese e in generale tutte le attività produttive, commerciali e dei servizi sul risparmio energetico e sull’utilizzo delle fonti rinnovabili.
All'interno delle azioni a lungo termine si è collocato il progetto “Esercizi Commerciali Virtuosi”, proposto da Legambiente FVG e dal Comune di Udine, svoltosi dal 2012 al 2014, e rivolto a: 

  • supermecati e GDO (Grande Distribuzione Organizzata)
  • esercizi commerciali del settore alimentare in particolare
  • settore della ristorazione e dell’ospitalità alberghiera

Il progetto è stato quindi dedicato in particolare agli esercizi più "energivori", cioè quelli che hanno a che fare con la conservazione dei cibi, dai supermercati agli alberghi, ristoranti, bar, gelaterie. Gli esercizi commerciali che hanno partecipato al progetto [quali sono?] si sono resi disponibili a:

  • raccogliere sistematicamente bollette e fatture da inviare a Legambiente per monitorare i propri consumi di energia elettrica e termica (e acqua ove ingente)
  • apporre nella propria struttura il poster per comunicare al pubblico la propria partecipazione a questa originale azione di attenzione al tema dell’energia
  • collaborare con i tecnici di Legambiente al fine di realizzare una vera e propria analisi energetica dei locali del proprio esercizio, allo scopo di individuare sia i “punti critici” sotto l’aspetto dei consumi, sia le possibili azioni di miglioramento (sono stati realizzati 3 audit energetici)

I dati richiesti, pur non trattandosi di dati sensibili, sono stati trattati con l’autorizzazione dei Proprietari e nel rispetto della Normativa vigente sulla tutela della privacy.

Considerando la sempre maggiore sensibilità e attenzione da parte del pubblico nei confronti di queste tematiche, confidiamo che comunicare alla Clientela l’attenzione alla riduzione del proprio impatto ambientale possa dare lustro all’esercizio aderente e contribuire a rafforzare il legame negozio-cliente, dimostrando di essere responsabili attori della nostra comunità.

{tab=MATERIALI CONCLUSIVI}
Il progetto si è concluso con diversi materiali, di diverso contenuto, in parte divulgativo, in parte tecnico. 
L'intento che ci ha orientato è quello di sostenere i commercianti nel creare una sorta di piano d'azione per razionalizzare l'uso dell'energia all'interno del loro punto vendita: sia con suggerimenti e indicazioni pratiche di carattere generale, sia con la divulgazione di buone pratiche già attive in città e che possono essere facilmente replicabili, sia con indicazioni più tecniche. 
Si è cercato di evidenziare quale contributo per l'ambiente possono dare soprattutto gli esercizi commerciali che hanno a che fare con la conservazione dei cibi, dai supermercati agli alberghi, ristoranti, bar, gelaterie.

VADEMECUM PER IL RISPARMIO ENERGETICO: agile manualetto che sintetizza i consigli che Legambiente FVG si sente di poter proporre al più importante settore economico della città per promuovere l'efficienza energetica. Non ha la pretesa di elencare tutte le “buone pratiche” e le tecniche di risparmio energetico e di uso delle fonti rinnovabili disponibili, ma sicuramente offre molti spunti concreti (in allegato)

VIDEO "COME RISPARMIARE ENERGIA NEGLI ESERCIZI COMMERCIALI?: l'ing. Cristiano Gillardi, referente tecnico scientifico del progetto, spiega come e perché gestire i propri consumi, spiega inoltre, ambito per ambito, come intervenire al meglio (anche con costi “quasi zero”) nei vari settori della propria attività commerciale: riscaldamento, raffrescamento, illuminazione, refrigerazione, conservazione (in allegato, parole chiave per approfondire)

FOGLIO DI CALCOLO DEI CONSUMI: scheda in formato elettronico con grafici e formule attive per il calcolo dei consumi energetici e del loro andamento nel tempo, secondo indicatori d'interesse dell'esercizio commerciale (file disponibile solo per diretti interessati)

AUDIT ENERGETICI: a Udine l'hotel Ramandolo, il ristorante “Da Neto” e il supermercato Eurospar di Via Scalo Nuovo si sono prestati a un'analisi energetica dettagliata che ha messo in evidenza i punti di forza e i punti di criticità (e le proposte migliorative) delle rispettive strutture e delle modalità di gestione interna (documentazione tecnica riservata ai diretti interessati)

VIDEO ESPERIENZE CONCRETE DI RISPARMIO ENERGETICO NEGLI ESERCIZI COMMERCIALI: con tre video Legambiente FVG, a partire da altrettanti casi concreti, illustra buone prassi replicabili in esercizi commerciali per risparmiare energia. A Udine l'hotel Ramandolo, la gelateria Fiordilatte e il supermercato Despar di Via Del Bon sono tre esempi di buone prassi replicabili in contesti analoghi per risparmiare energia. 
I tre casi analizzati sono significativi perché, se fossero diffusi anche negli altri esercizi commerciali che hanno simili esigenze energetiche, il beneficio per l'ambiente sarebbe molto rilevante. Nella città di Udine ci sono una ventina di gelaterie artigianali, 25 alberghi, 46 supermercati con superficie superiore ai 300 mq, ma sono ancora pochi gli esercenti che attuano comportamenti virtuosi per il risparmio energetico. Eppure oltre ai benefici ambientali, hanno un peso notevole anche quelli economici!

#1 BUONA PRATICA - UN HOTEL A BASSO CONSUMO
L'hotel Ramandolo rappresenta un caso unico nel panorama udinese, per l'attenzione dimostrata dai titolari da almeno 15 anni a beneficio dell'ambiente, con iniziative di riqualificazione e di manutenzione straordinaria dell’edificio e degli impianti orientate al risparmio energetico e all'uso delle rinnovabili. Queste innovazioni hanno come risultato anche un miglioramento del confort nella struttura, basti pensare al vantaggio dell'isolamento termico anche ai fini della riduzione della rumorosità delle stanze, comprese quelle affacciate sulla strada.

#2 BUONA PRATICA - IL GELATO CHE FA BENE ALL'AMBIENTE
L'innovazione introdotta dalla gelateria Fiordilatte, con un gruppo refrigerante, chiller, centralizzato, che permette di ridurre al minimo i consumi delle macchine per la preparazione del gelato, potrebbe essere applicata non solo in altre gelaterie, ma anche in diverse strutture di tipo artigianale. Per esempio si potrebbe introdurre in molte attività che hanno a che fare con la conservazione dei cibi, come le pasticcerie o i laboratori per la produzione di insaccati e surgelati per la grande distribuzione e la ristorazione, per cui si deve intervenire con macchine che abbattano la temperatura degli alimenti.

#3 BUONA PRATICA - SUPERMARKET RINNOVATI
Infine il settore della grande distribuzione merita attenzione perché è tra i più "energivori" in assoluto. Il gruppo Aspiag attua alcune misure interessanti per il risparmio energetico: nel video si racconta l'esperienza della recente ristrutturazione del punto vendita Eurospar di Via Del Bon, dove dalle luci a LED ai banchi frigo, il supermercato ha cambiato volto e abbattuto i consumi, anche tramite una discreta opera di sensibilizzazione della Clientela verso il risparmio energetico e la tutela dell’ambiente anche fuori dalle mura domestiche. Analogamente nel 2015 verrà riqualificato il punto vendita di via Scalo Nuovo, oggetto dell'audit di Legambiente nel 2013/14.

Memorie del convegno del 17 dicembre 2012, Sala Ajace - Palazzo d’Aronco del Comune di Udine: 
ESERCIZI COMMERCIALI VIRTUOSI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

01 Ass.re Lorenzo Croattini, Comune di Udine - Dal Patto dei Sindaci al Patto dei Cittadini: la pianificazione energetica nel Comune di Udine

02 Cristiano Gillardi, Legambiente FVG - Buone pratiche made in Udin
• Hotel “Suite Inn” : illuminazione, climatizzazione, solare termico, gestione camere
• Gelateria “Fiordilatte”, XY : sistema centralizzato di refrigerazione e climatizzazione, illuminazione, risparmio idrico
• Hotel “Ramandolo” : una “fucina” in piena attività!
• ASPIAG – Despar: le politiche per l'ambiente del Gruppo e i progetti per Udine
• Terminal Nord – Aree comuni: esempio di GDO con soluzioni strutturali ed energetiche innovative

03 Hotel Suite Inn

04 Aspiag

05 Michele Bernard – Vantaggi energetici a partire dalla riduzione dei rifiuti

06 Cristiano Gillardi – Indicazioni per un uso razionale dell'energia

Memorie del convegno del 31 marzo 2014, Salone de Popolo - Palazzo d’Aronco del Comune di Udine: 
LO STATO DELL'ARTE DELLE TECNOLOGIE DI RISPARMIO ENERGETICO PER IL SETTORE TERZIARIO

07 Cristiano Gillardi, Legambiente FVG - L’illuminazione a LED: ultimi sviluppi, opportunità per il settore Terziario

08 Agenzia per l’Energia del FVG - Climatizzazione con pompe di calore elettriche

09 Agenzia per l’Energia del FVG - Impianti solari termici: applicazioni, opportunità economico-finanziarie

10 Agenzia per l’Energia del FVG - L’efficientamento energetico delle superfici vetrate

11 Giampaolo Barcellona, AISATEC - Climatizzazione con pompe di calore a gas

12 Claudio Fontana, Innovative Technological Systems Srl - Stato dell’arte degli impianti fotovoltaici

13 Claudio Mariuzza, TEP Energy Solution Nordest Srl - Refrigerazione e conservazione alimenti nella GDO e nella ristorazione

14 Claudio Mariuzza, TEP Energy Solution Nordest Srl - La Micro-cogenerazione (fino a 15 kWe) alla luce degli ultimi provvedimenti

15 Claudio Mariuzza, TEP Energy Solution Nordest Srl - Strumenti finanziari e agevolazioni fiscali per il risparmio energetico nel settore Terziario

{tab=RINGRAZIAMENTI}
Legambiente FVG ringrazia per la collaborazione prestata nel corso del progetto
• Cristiano Gillardi, ingegnere, responsabile scientifico e coordinatore di tutto il progetto
• Alessandra Lepore, architetto, per la raccolta dati e curatrice della parte grafica
• Sara Alzetta, consulente ambientale, ha eseguito alcune termografie per gli audit e una ricerca di mercato
finalizzata a individuare aziende che forniscono macchinari e tecnologie utili per il risparmio
• Paolo Cescutti, architetto, ha eseguito ed elaborato le termografie per gli audit
• Elena Minut, dipendente di Legambiente FVG, ha collaborato alla realizzazione delle attività di progetto e
ha curato l'amministrazione dello stesso
• Emilio Gottardo, Karen Bori, Davide Labrosciano, Alfonso Floreani e Giancarlo Castellarin, volontari di Legambiente FVG, hanno collaborato alla campagna per le adesioni e al recupero dei dati di consumo
• Gianni Pezzarini ha curato la costruzione della pagina web dedicata al progetto e al suo aggiornamento
• Elisa Cozzarini e Davide Pettarini hanno realizzato i video/intervista di chiusura del progetto.
Legambiente FVG ringrazia inoltre in particolare, del Comune di Udine, la dott.ssa Paola Asquini del Servizio Acquisti e Sportello Unico per le Attività Produttive e la sig.ra Maria Grazia Scrocco di Net S.p.a. per la tempestiva consegna dei dati che hanno consentito l'avvio del progetto; sempre del Comune di Udine, Ufficio Pianificazione Energetica, il p.e. Valter Bronzin e l'ing. Carlo Fioritto per il costante supporto e rapporto garantito lungo tutta la durata del progetto.

{tab=CONTATTI}
Legambiente FVG