Su questo sito si usano i cookies. Navigandolo li accetti

Sei qui: Home Il circolo

Circolo di Trieste

Circolo di Trieste

Spiagge e fondali puliti 2017 a Trieste

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

PiM Carnia 1 670x445Il Circolo Verdeazzurro Legambiente Trieste invita tutta la cittadinanza a partecipare alla Campagna Nazionale di “Spiagge e Fondali puliti” 

I volontari di Legambiente provvederanno alla raccolta dei rifiuti nella spiaggia presso Canovella de' Zoppoli sabato 27 maggio alle 9.30

Chiunque voglia partecipare si presenti nel luogo e nell'ora stabiliti; Legambiente mettera' a disposizione tutto l'occorrente.

 In allegato l'attività che verrà svolta per la giornata di domenica 28 maggio alle ore 9.00 presso Riva Slataper a Grado.

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (Fondali puliti 2017.jpg)Fondali puliti 2017.jpg4171 kB4

Presentazione del libro "Acqua guerriera. Vite controcorrente sul Piave"

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Martedì 23 maggio alle 18:00 il circolo triestino di Legambiente organizza la presentazione del libro "Acqua guerriera. Vite controcorrente sul Piave", Ediciclo editore, all'Antico Caffè San Marco di Trieste in via Battisti 18. Con l'autrice, Elisa Cozzarini, dialogherà la fotografa Erika Cei.

L'interesse nasce dal fatto che quello che dovrebbe essere il corso d'acqua più caro all'Italia, racchiude oggi tutti i problemi ambientali di cui soffrono i fiumi italiani, dall'eccessivo sfruttamento idroelettrico nel suo tratto alpino, al prelievo indiscriminato di ghiaia nel medio corso e alla risalita del cuneo salino dal mare.

Leggi tutto...

Torrenti, pozze e paludi dei dintorni di Trieste

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

TorrenteIl Circolo Verdeazzurro di Legambiente Trieste

Vi invita all'incontro su Torrenti, pozze e paludi dei dintorni di Trieste: fauna, ecologia, conservazione con il biologo Fabio Stoch

Mercoledi 17 maggio 2017 in via Donizetti 5, Trieste alle ore 19.00

Leggi tutto...

Escursione: Acque e boschi della pianura

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

alberoEscursione guidata di LEGAMBIENTE domenica 21 maggio 2017    

Boschi di Muzzana del Turgnano (UD) e di Alvisopoli (presso Fossalta di Portogruaro)

Durante il lungo periodo medievale il territorio della bassa pianura, cioè al di sotto della linea delle risorgive, tra Trieste e Venezia, era di fatto impraticabile, essendo caratterizzato da fitti boschi planiziali su di un terreno intriso d’acqua e paludoso per gran parte dell’anno; erano zone quasi disabitate, soltanto Grado e Caorle, città costiere collegate via mare a Venezia, avevano una qualche rilevanza. Ancor oggi questi territori sono poco abitati rispetto alla pianura più interna,

Leggi tutto...

Le acque verso la città

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Legambiente Trieste  propone sabato 1 aprile 2017 un’escursione guidata lungo il corso dei due torrenti che scendono verso il centro cittadino dalle valli di Rozzol e di Longera.

Ritrovo ore 9 alla rotonda di via Revoltella (alla base delle vie S. Pasquale e Forlanini, sopra la gelateria Udevalla). Autobus 11 e 22.

Saliremo per la valle del rio delle Settefontane fino a Cattinara, da dove scenderemo lungo la valle di Longera, lungo il torrente Grande fino alla Rotonda del Boschetto.

Alla fine del percorso (verso le 13) sarà possibile un pranzo conviviale nei pressi della Rotonda stessa (autobus 6, 9, 35).

Come ci fanno capire i due versi di Saba proposti, da molto tempo (la poesia è del 1912) le rive di questi corsi d’acqua (con ogni probabilità il poeta si riferisce ad uno dei due torrenti di cui sopra) sono purtroppo inquinate da rifiuti; al giorno d’oggi la situazione è molto grave per il torrente delle Settefontane, mentre più integro è l’ambiente in cui scorre il torrente di Longera.

Leggi tutto...

La mobilitazione contro TTIP, CETA e TISA continua

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

DIFENDIAMO LA FILIERA AGROALIMENTARE ITALIANA ED EUROPEA1Il 18 marzo a Trieste appuntamento di informazione e dibattito presso EATALY , Riva Gulli 1 alle ore 17.30 in Aula didattica.

C'è un filo rosso, anzi nero (anche se il colore dei soldi è verde ma è antipatico dirlo) che lega il Canada al Lussemburgo ed è la rincorsa a chi fa meglio sull'allargare le maglie delle politiche di elusione fiscale, a soddisfare le filosofie ed appetiti di corporations e multinazionali, a sottacere o voltarsi dall' altra parte se si tratta di accogliere o riciclare denaro e ricchezze la cui provenienza, forse, anzi quasi certa, che non è né trasparente né tantomeno legittima, ma poichè pecunia non olet si aprono le cassaforti, si stampano altre banconote, si chiudono tutti e due gli occhi. Non è un mistero per nessuno che il Canada sia diventata sede, principale e/o secondaria di molte multinazionali USA, per restare ne settore agroalimentare: citeremo la Nestlè che si è sistemata in Sheppard Avenue West a NorthYork , distretto di Toronto nell' Ontario, la Molson Coors Brewing Company di Denver che a suo tempo aveva comprato la Pilsner cecoslovacca e che utilizza la Divisione Canadese di Toronto per l' acquisizione di altri marchi famosi, soprattutto europei, ed ha concentrato la produzione in tre stabilimenti a Moncton , Vancouver e Calgarys.
Ed anche la Constellations Brands, la cui sede è a Mississagua nell' Ontario, e che annovera tra le sue acquisizioni, oltre ad alcune marche di icewein canadesi il più famoso Chianti Ruffino di Pontassieve..

Nota del Comitato STOP TTIP/NO CETA di Trieste.

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (STOPTTIP NO CETA marzo 2017.pdf)STOPTTIP NO CETA marzo 2017.pdf102 kB31
Scarica questo file (DIFENDIAMO LA FILIERA AGROALIMENTARE ITALIANA~.jpg)DIFENDIAMO LA FILIERA AGROALIMENTARE ITALIANA~.jpg475 kB38