Su questo sito si usano i cookies. Navigandolo li accetti

Biodiversità, aree tutelate e rurali

Il progresso agronomico sono davvero gli OGM?

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

2013 11 22 OGM Trieste 816x734AIAB | APROBIO | ISDE | LEGAMBIENTE | WWF
con il patrocinio della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

VENERDÌ 22 NOVEMBRE 2013 A TRIESTE - ore 17:30
Sala Predonzani, Palazzo della Regione, Piazza Unità d'Italia 1

IL PROGRESSO AGRONOMICO SONO DAVVERO GLI OGM?

E' idea diffusa che l'innovazione sia sempre e solo tecnologia e che in agricoltura per guardare al futuro si debba passare per forza dall'ingegneria genetica. C'è invece un diverso concetto che si vuole affrontare, che è quello del miglioramento genetico,

Leggi tutto...

Accertata in FVG la contaminazione da OGM

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Contaminazione da OGMUdine, 7 novembre 2013     
Comunicato Stampa

Ora che i dati della Forestale confermano la contaminazione non ci siano più scuse per non agire!

Con grave ritardo, ma finalmente il Corpo Forestale dello Stato ha reso pubblico ciò che era ineludibile: ovvero che le improvvide semine di Mon 810 a Vivaro e a Mereto di Tomba hanno lasciato un inquinamento che arriva al 10% sul mais dei terreni vicini. E questa è solo la contaminazione sulla coltura, nulla si sa su quella avvenuta verso le specie spontanee. Ed infine c'è il problema del miele, conclamatamente contaminato dal polline OGM.
Tutto in barba alle rassicurazioni degli “scienziati” assoldati dalla Monsanto che negli ultimi mesi hanno infestato le campagne friulane, dimostrandoci quanto siamo retrogradi e informandoci di quanto male ci può fare la polenta.

Leggi tutto...

incontro pubblico sul tema OGM o BIODIVERSITA'

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

OGM FREE CodroipoBIODIVERSITÀ O OGM: CHE COSA CONVIENE COLTIVARE?

Nella realtà agricola ed economica del FVG ha senso puntare sul modello economico delle colture OGM?

Quale tipo di agricoltura può assicurare redditività alle aziende oggi e nei prossimi anni?

Scegliere oggi di continuare a puntare sull'agricoltura intensiva e non caratterizzata significa perdere l'opportunità di un mercato che chiede identità e qualità. A fare bene i conti ne vale la pena? #ogmfree

Leggi tutto...

Il nodo OGM

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

MaisComunicato stampa, 30 ottobre 2013

La semina e la raccolta di mais ogm sono vietate in Italia dall’8 luglio per 18 mesi. Da qui bisogna ripartire.

E’ quanto hanno affermato nel corso di una conferenza stampa Elia Mioni ed Emilio Gottardo di Legambiente FVG, Angelo Corsetti Direttore regionale di Coldiretti, Claudio Paravano di AIAB. In Friuli Venezia Giulia, in deroga a quel decreto interministeriale, è già stata consentita la trebbiatura e il trasporto con una ordinanza discutibile e che non tiene in alcun conto i contenuti del decreto interministeriale e le norme alle quali fa riferimento.
Le associazioni ambientaliste e degli agricoltori si augurano che il Consiglio regionale, che discuterà di questo tema, e successivamente la Giunta regionale, comincino un dialogo necessario con tutti i Ministeri che si occupano della questione per assumere, coordinandosi,  provvedimenti chiari e applicabili, in grado di dissipare eventuali incertezze interpretative e interessate disinformazioni, che, invece, potrebbero se non contrastate “inquinare” il mondo agricolo #ogmfree.

Leggi tutto...

OGM: basta con il rimpallo, che la volontà di tutti diventi norma cogente, applicata e verificata

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

OGMDopo mesi di confronto con gli organi competenti a livello regionale e nazionale è disarmante dover leggere negli ultimi giorni l'ennesimo rimpallo tra Ministero dell'Ambiente e Presidente Regionale su chi debba intervenire sui campi di Vivaro e Mereto e soprattutto sul perchè non sia già stato fatto.

A questo punto ci sembra conclamata ed innegabile la carenza del decreto interministeriale, che, monco della parte sanzionatoria, non è uno strumento applicabile. Lo ha confermato anche il sottosegretario all'Agricoltura; ma allora, perchè lo scorso luglio i ministri dell'Ambiente, dell'Agricoltura e della Salute non se ne sono resi conto? e perchè ora (con le trebbie già in moto) continua questo patetico rimpallo di responsabilità?

Leggi tutto...

Le Associazioni chiedono la verifica dell'ottemperanza sul mais 810

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Udine, 08/10/2013

Le associazioni AIAB, APROBIO, ISDE, Legambiente e WWF, con la lettera allegata, hanno inviato una richiesta alla Presidente Serracchiani e all'Assessore Bolzonello per appurare se e come sia stata verificata l'ottemperanza, da parte del Sig. Della Libera, delle raccomandazioni per la raccolta del mais Mon 810 contenute nell'ordinanza del 23 settembre u.s. a firma del Direttore del Servizio del Corpo Forestale Regionale, e per chiedere aggiornamenti sulla procedura sanzionatoria a carico del Sig. Della Libera per tardata segnalazione semina.

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (2013_10_07_OGM_Serracchiani-Bolzonello.pdf)2013_10_07_OGM_Serracchiani-Bolzonello.pdf301 kB409
Sei qui: Home Temi Biodiversità, aree rurali