Su questo sito si usano i cookies. Navigandolo li accetti

Sei qui: Home Temi Mobilità e trasporti

Mobilità e trasporti

Che le Regione rinnovi il bonus per l'acquisto di bici a pedalata assistita

Richiesta per rinnovo bonus regionale per l'acquisto di bici a pedalata assistitaComunicato stampa, 2 novembre 2015

FIAB, Legambiente e UISP chiedono il rinnovo del bonus per le bici a pedalata assistita
Prevenire è meglio che curare e la mobilità attiva fatta a piedi e in bicicletta è un importate strumento di prevenzione primaria che permette di ottenere positivi risultati sia sulla salute (contrastando obesità, malattie cardiache, pressione alta, depressione), sia sulla qualità dell’aria delle nostre città. Anche per questo la Regione Friuli Venezia Giulia ha stanziato lo scorso anno 300mila euro per un bonus per l’acquisto delle bici a pedalata assistita, bonus che ha fatto sì che 1058 cittadini della nostra regione stiano pedalando con questo innovativo strumento di mobilità urbana che unisce a tutte le qualità di una bicicletta tradizionale l’opportunità di pedalare su salite e distanze lunghe senza fare fatica. Il bonus però è già esaurito a Trieste e nelle altre 3 province lo sarà a breve. Per questo FIAB, Legambiente e UISP chiedono al Consiglio regionale e alla Giunta Serracchiani di rifinanziarlo inserendo questo provvedimento nella prossima finanziaria regionale con una somma almeno pari a quella messa a disposizione lo scorso anno.

Leggi tutto...

Report giornata "In sella al treno"

Incontro chiusaforte 2015Da Chiusaforte una spinta verso mobilità e turismo sostenibili:
il rafforzamento della mobilità ciclabile e bici+treno e il recupero e rilancio della ferrovia Gemona-Sacile.

(foto di E. Debetto) Ha avuto un buon successo la manifestazione organizzata dal network “In sella al treno”, composto da diverse associazioni ciclistiche e sportive e da Legambiente, con la decisiva partecipazione delle Ferrovie Udine Cividale (FUC), in occasione della settimana europea della mobilità.
Numerosi cicloturisti, amministratori locali e operatori turistici si sono ritrovati alla ex stazione di Chiusaforte, oggi prezioso punto di ristoro sulla ciclovia Alpe Adria (e non sono mancati i cicloturisti austriaci di passaggio).

Leggi tutto...

Promuovere il cicloturismo e realizzare l’intermodalità treno+bici

La Società Ferrovie Udine Cividale e le Associazioni Fiab, Uisp, Ciclo Assi Friuli e in SELLA AL TRENOLegambiente propongono un incontro di approfondimento denominato “Promuovere il cicloturismo e realizzare l’intermodalità treno+bici” che si terrà ad Aquileia il 20 giugno 2015, dalle ore 9 alle ore 13, presso la Sala del Consiglio Comunale in Municipio (piazza Giuseppe Garibaldi, 1).
La presenza in Friuli Venezia Giulia di 2 ciclovie di valenza europea quali l’Alpe Adria e l’Adria Bike, inserite in Eurovelo n. 7 e n. 8, della rete regionale ReCIR e del servizio ferroviario transfrontaliero Mi.Co.Tra. rappresentano alcuni elementi essenziali che favoriscono lo sviluppo della mobilità sostenibile e dell’intermodalità, e che sono in grado di attrarre appassionati cicloturisti dall’Europa.

Leggi tutto...

Troppi morti sulle strade, più fondi per città slow

Zone30 900x599Troppi i morti sulle strade, più fondi per città slow

Prevedere nella prossima finanziaria regionale contributi ai Comuni per la realizzazione di strumenti utili a moderare la velocità, ma anche zone con limite di 30 km/h e percorsi casa-scuola, è quanto hanno chiesto giovedì 6/11 alla IV Commissione del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia i rappresentanti di Rete Mobilità Nuova FVG, alla quale aderiscono una serie di associazioni regionali: coordinamento FIAB (Federazione italiana amici della bicicletta), LegambienteACP (associazione culturale pediatri), ISDE medici per l'ambiente, WWF Italia, AIFVS associazione italiana familiari e vittime della strada, UISP FVG (Unione italiana sport per tutti). 

Leggi tutto...

Petizione riguardante la "Variante Dignano"

In allegato la lettera inviata ai Presidenti dei Gruppi Consiliari Regionali, in vista del dibattito dell’Aula consiliare sulla petizione riguardante la cd. “variante di Dignano”, promossa e sottoscritta a suo tempo anche da Legambiente FVG.

Si vogliono evidenziare alcuni aspetti di carattere generale che la procedura amministrativa di questa opera, come di altre, solleva e che, ci sembra, sono di specifica competenza dell’organo legislativo.

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (11_TE_016 Memoria consiglio regionale petizio~.pdf)Lettera inviata ai consiglieri regionali sulla "Variante Dignano"137 kB488

Appello alla Regione FVG su Zone30

Rete Mobilità Nuovacomunicato stampa del 21 ottobre 2014

Per la sicurezza, la salute e il benessere di bambini e adulti: la Rete Mobilità Nuova (FIAB, Legambiente, ACP, ISDE, WWF, AIFVS e UISP) chiede alla Regione Friuli Venezia Giulia di concretizzare gli impegni per le zone 30 e i percorsi casa-scuola

Per dimezzare il numero di morti e feriti sulle strade della nostra regione (84 morti e migliaia di feriti nel 2012) occorre aumentare la sicurezza, rimuovendo le cause degli incidenti, che si verificano in grande maggioranza nelle aree urbane. Studi ed esperienze dimostrano che la riduzione della velocità, ad esempio tramite il limite di 30 km/h nelle zone residenziali, porta a dimezzare il numero di incidenti gravi e mortali. Oltre a tutelare la vita e la salute, queste misure producono un risparmio consistente nelle spese sanitarie. La moderazione del traffico crea condizioni migliori per la mobilità pedonale e ciclabile, riducendo l’inquinamento e aumentando la qualità della vita urbana. Inoltre, mettendo in sicurezza le aree scolastiche e i percorsi casa-scuola, si facilita la mobilità dei bambini, contrastando l’obesità infantile, che sta diventando un grosso problema sanitario.

Leggi tutto...