Su questo sito si usano i cookies. Navigandolo li accetti

Sei qui: Home Temi Mobilità e trasporti

Mobilità e trasporti

Troppi morti sulle strade, più fondi per città slow

Zone30 900x599Troppi i morti sulle strade, più fondi per città slow

Prevedere nella prossima finanziaria regionale contributi ai Comuni per la realizzazione di strumenti utili a moderare la velocità, ma anche zone con limite di 30 km/h e percorsi casa-scuola, è quanto hanno chiesto giovedì 6/11 alla IV Commissione del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia i rappresentanti di Rete Mobilità Nuova FVG, alla quale aderiscono una serie di associazioni regionali: coordinamento FIAB (Federazione italiana amici della bicicletta), LegambienteACP (associazione culturale pediatri), ISDE medici per l'ambiente, WWF Italia, AIFVS associazione italiana familiari e vittime della strada, UISP FVG (Unione italiana sport per tutti). 

Leggi tutto...

Petizione riguardante la "Variante Dignano"

In allegato la lettera inviata ai Presidenti dei Gruppi Consiliari Regionali, in vista del dibattito dell’Aula consiliare sulla petizione riguardante la cd. “variante di Dignano”, promossa e sottoscritta a suo tempo anche da Legambiente FVG.

Si vogliono evidenziare alcuni aspetti di carattere generale che la procedura amministrativa di questa opera, come di altre, solleva e che, ci sembra, sono di specifica competenza dell’organo legislativo.

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (11_TE_016 Memoria consiglio regionale petizio~.pdf)Lettera inviata ai consiglieri regionali sulla "Variante Dignano"137 kB577

Appello alla Regione FVG su Zone30

Rete Mobilità Nuovacomunicato stampa del 21 ottobre 2014

Per la sicurezza, la salute e il benessere di bambini e adulti: la Rete Mobilità Nuova (FIAB, Legambiente, ACP, ISDE, WWF, AIFVS e UISP) chiede alla Regione Friuli Venezia Giulia di concretizzare gli impegni per le zone 30 e i percorsi casa-scuola

Per dimezzare il numero di morti e feriti sulle strade della nostra regione (84 morti e migliaia di feriti nel 2012) occorre aumentare la sicurezza, rimuovendo le cause degli incidenti, che si verificano in grande maggioranza nelle aree urbane. Studi ed esperienze dimostrano che la riduzione della velocità, ad esempio tramite il limite di 30 km/h nelle zone residenziali, porta a dimezzare il numero di incidenti gravi e mortali. Oltre a tutelare la vita e la salute, queste misure producono un risparmio consistente nelle spese sanitarie. La moderazione del traffico crea condizioni migliori per la mobilità pedonale e ciclabile, riducendo l’inquinamento e aumentando la qualità della vita urbana. Inoltre, mettendo in sicurezza le aree scolastiche e i percorsi casa-scuola, si facilita la mobilità dei bambini, contrastando l’obesità infantile, che sta diventando un grosso problema sanitario.

Leggi tutto...

Rete ferroviaria esistente più veloce

Rete ferroviaria più veloce no tavMonfalcone,  13 luglio 2014

bene la velocizzazione della rete ferroviaria esistente, pietra tombale per la TAV

Il riaccendersi del dibattito relativo ai progetti riguardanti gli interventi previsti sui collegamenti ferroviari Trieste-Mestre, lascia intravvedere alcuni elementi di novità rispetto al passato. Nonostante la Presidente della Regione, Debora Serracchiani non se la senta di dichiarare morta e sepolta la TAV, è del tutto evidente che a quel progetto faraonico, che andava contro il parere di tutte le Amministrazioni locali e che portava con se un costo esorbitante, fuori da ogni possibilità di copertura finanziaria, non ci crede più nessuno, lei compresa.

Leggi tutto...

Variante di Dignano: Soprintendenza e Regione verso l'OK. E le 5.000 firme dei cittadini contrari?

Comunicato stampa   Udine, 3 marzo 2014

Soprintendenza e Regione starebbero per dare l’OK alla Variante di Dignano.
Legambiente ricorda che 5.000 cittadini della Regione chiedono di ridiscutere quel progetto con una petizione consegnata un mese fa al Consiglio regionale.

La Soprintendenza per i Beni architettonici ed il paesaggio del Friuli VG avrebbe dato il proprio nulla osta al progetto stradale della “Variante di Dignano” e, di conseguenza, la Regione si appresterebbe ad autorizzare i lavori.

Leggi tutto...

Mobilità Nuova FVG: incontro con i Consiglieri Regionali

Comunicato Stampa Mobilità Nuova FVG - Incontro con i Consiglieri regionali del 7 febbraio 2014

Venerdì 7 febbraio, presso la Sala del Consiglio regionale a Trieste, una delegazione delle associazioni della Rete Mobilità Nuova FVG ha incontrato i consiglieri regionali Bianchi, Boem, Del Zovo, Frattolin, Gratton, Lauri, Paviotti e Ukmar, firmatari dell'ordine del giorno "politiche per la mobilità sostenibile ed ECO BONUS per l’acquisto di biciclette e di bici a pedalata assistita" accolto nella seduta consiliare del 13 dicembre 2013. Si tratta di un importante risultato della Campagna "Mobilità Nuova FVG: al centro le persone" alla quale hanno aderito oltre 1700 cittadini via internet (www.mobilitanuovafvg.it), e che ha portato al coinvolgimento diretto della presidente Serracchiani e di cinque consiglieri, tra i quali alcuni presenti all'incontro odierno; la Campagna è stata inoltre inserita fra le iniziative per la mobilità urbana riconosciute dalla Commissione Europea.

Leggi tutto...