Su questo sito si usano i cookies. Navigandolo li accetti

Sei qui: Home Temi Rifiuti ed economia circolare

Rifiuti ed economia circolare

Classifica Comuni Ricicloni 2015: tanto rumore per nulla

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Verrebbe da dire: “tanto rumore per nulla!”, dopo l’articolo di ieri sui dati relativi alla gestione dei rifiuti in Provincia di Gorizia, estrapolati dal dossier “Comuni Ricicloni” di Legambiente. Giustamente viene fatta una rettifica di quanto riportato i giorni precedenti in relazione al confronto tra le percentuali di RD del 2014 con “l'indice di buona gestione” del 2015, erroneamente messi a confronto.

Leggi tutto...

Gestione dei rifiuti: si può fare meglio, ma la strada è quella giusta

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

COMUNICATO STAMPA                                                Gorizia, 3 novembre 2013

Legambiente:sulla gestione dei rifiuti si può fare meglio, ma la strada è quella giusta

La gestione dei rifiuti in Provincia di Gorizia può essere senz’altro migliorata, si può fare ancora molto, a partire dalla riduzione (vero problema, che rischia di acuirsi col superamento della crisi economica), e dall’adozione di una più efficace raccolta differenziata senza tralasciare di affrontare il deprecabile fenomeno degli abbandoni.

La strada della raccolta porta a porta però, non va messa in discussione, prova ne sia che l’obbiettivo del 65% fissato dalle norme europee, è stato raggiunto da buona parte dei Comuni isontini. E’ vero che mancano all’appello i due centri maggiori e Grado (quest’ultima, dove non viene praticata la raccolta porta a porta, è stata artefice di un buon recupero, ma viaggia pur sempre su percentuali abbondantemente sotto al 50%), questo va probabilmente ascritto a una politica della comunicazione e a interventi di controllo poco efficaci.

Leggi tutto...

Comuni Ricicloni 2013 in FVG

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Comuni Ricicloni 2013COMUNICATO STAMPA
Udine, 9 luglio 2013

Comuni Ricicloni 2013:

una buona gestione del ciclo dei rifiuti è un pezzo di green economy.
Organizzazione, partecipazione, sapere e tecnologia sostituiscono lo spreco di materiali e di energia

Dal Dossier 2013 di Legambiente “Comuni Ricicloni” il Friuli Venezia Giulia risulta ai primi posti in Italia per la raccolta differenziata. Non servono altri inceneritori. Si può fare ancora meglio: intervenire sulla tassa, recuperare e ridurre i rifiuti.

Leggi tutto...

Rifiuto – riciclo – riuso – economia

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Ciclo integrato rifiutiCOMUNICATO STAMPA
Udine,  11 gennaio 2013

Spunti e numeri dal recente convegno promosso da A&T2000 sulle gestioni efficienti, sostenibili ed economiche del ciclo dei rifiuti, in linea con le priorità UE.

Siano non politici i criteri per semplificare le gestioni nella regione.

Evitare sia di scaricare rifiuti e responsabilità altrove, sia di lasciare ad altri Paesi i vantaggi economici perché incapaci e arretrati.

Un recente convegno sulla raccolta e riciclo della carta, organizzato da A&T 2000, società per la gestione della raccolta e smaltimento rifiuti dei Comuni del Medio Friuli, è l’occasione per una riflessione sull’attualità dei problemi del settore, sulle nuove sfide ambientali ed economiche che stanno di fronte alle comunità, alle istituzioni locali e regionali, alle società di gestione.

Leggi tutto...

Provincia di Gorizia: OBIETTIVO 300 kg azioni di riduzione dei rifiuti

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

settimana europea riduzione rifiuti

La provincia di Gorizia è lieta di invitarLa al convegno “OBIETTIVO 300 kg: azioni di riduzione dei rifiuti” che si terrà a Gorizia, il 20 novembre alle ore 16.00, presso la Sala d’onore di Palazzo Attems Petzenstein, in piazza De Amicis 2

Il convegno è un’azione promossa nell’ambito della settimana europea per la riduzione dei rifiuti  SERR (www.ecodallecitta.it/menorifiuti/)
La SERR si svolge dal 17 al 25 novembre in tutta Europa e in Italia gode dell’alto Patronato del Presidente della Repubblica, il patrocinio del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati, del Ministero dell’Ambiente e dell’UNESCO

L’iniziativa ha lo scopo di promuovere una maggiore consapevolezza nella società, sul tema dei rifiuti e della loro riduzione attraverso azioni proposte e sviluppate dagli enti locali territoriali

Leggi tutto...

Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti Urbani: "quasi 4 anni di gestazione per avere meno regole e meno garanzie"

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Udine, 16 marzo 2012             COMUNICATO STAMPA

QUASI 4 ANNI DI GESTAZIONE PER AVERE MENO REGOLE E  MENO GARANZIE

Le osservazioni di Legambiente FVG al Piano regionale di gestione dei rifiuti urbani nell'ambito del processo di valutazione ambientale strategica

Iniziato nel 2008 con un ampio processo di partecipazione che coinvolse i portatori di interesse, le associazioni ambientaliste e la società civile, il Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti Urbani vide la luce nel 2009 e dopo aver attraversato ben 3 assessori all’ambiente è stato adottato a fine 2011.
Nel Piano si tratta ampiamente dei princìpi europei di gestione dei rifiuti: dalle politiche di prevenzione e riduzione dei rifiuti, al riuso e alla preparazione per il loro riutilizzo, si discute sulle modalità di raccolta differenziata per arrivare all’obbiettivo del 65% di raccolta differenziata analizzandone costi ed efficacia, si denuncia l’obsolescenza degli attuali impianti di selezione e si ipotizzano diversi scenari per il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti non riciclabili dove trovano sempre posto inceneritori e discariche.
Purtroppo però nelle Norme di Attuazione del Piano, la parte vincolante che prevede le linee di azione su cui la Regione ha deciso di puntare, si leggono ben poche regole e vincoli, vengono riassunti i principi, ma non si legge un quadro preciso di dove si vuole arrivare, se non quello di togliere le pastoie burocratiche e lasciare che sia il mercato a determinare la strada da percorrere che sarà sicuramente la più economica per i gestori di rifiuti, ma non necessariamente la migliore per i cittadini e l’ambiente.

Leggi tutto...