Su questo sito si usano i cookies. Navigandolo li accetti

Sei qui: Home Territorio e Paesaggio

Territorio e Paesaggio

L'insostenibile consumo di suolo

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Comunicato stampa presentazione libro “L'insostenibile consumo di suolo”

Udine, 4/03/2014

fotoIl consumo di suolo è la trasformazione irreversibile di aree agricole o naturali in aree urbanizzate. Si stima che nella nostra regione tra il 1980 e il 2000 sono stati persi oltre 6500 ettari di superfici agricole, trasformate in gran parte in capannoni, centri commerciali e aree residenziali. E' come se ogni giorno fosse stata urbanizzata una superficie pari ad un campo da calcio.

Dati che sono emersi dalla presentazione del libro “L'insostenibile consumo di suolo” (EdicomEdizioni) durante il workshop organizzato dall'Università degli Studi di Udine lo scorso venerdì e dall'incontro organizzato da Legambiente a Gorizia.

Leggi tutto...

Osservazioni al PDL 28/2013

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

La propopsta di legge regionale 28/2013 "Norme per la riqualificazione urbana, il decoro paesaggistico e la valorizzazione del patrimonio edilizio esistente" prevede, in breve, la riqualificazione incentivata di edifici residenziali, commerciali, industriali in stato di abbandono mediante strumenti di intervento finalizzati alla demolizione, alla ristrutturazione e al riuso. In via generale è possibile cogliere diversi elementi positivi che richiedono però evidenti approfondimenti soprattutto per quello che riguarda l'efficienza energetica.

Leggi tutto...

Normative per una regione più sostenibile - Legge manutenzione

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

LavoroCOMUNICATO STAMPA
Udine 22 ottobre 2013

Legambiente FVG propone puntuali interventi legislativi per eliminare alcune “brutture” della passata legislatura e per scelte di sostenibilità

Legambiente FVG ha inviato agli Assessori Vito (Ambiente), Santoro (Urbanistica) e Bolzonello (Attività produttive), nonchè ai capigruppo di maggioranza in Consiglio Regionale Shaurli, Lauri e Paviotti, alcune proposte di modifiche legislative in vista della prossima legge di manutenzione, indicando alcune questioni semplici, ma cruciali, su cui la Giunta e il Consiglio Regionale potrebbero realizzare scelte di minor impatto ambientale e di maggiore sostenibilità.

Leggi tutto...

Piano Regolatore di Pasian di Prato: per Legambiente FVG “una variante di altri tempi”

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Consumo di suoloPiano Regolatore di Pasian di Prato:
per Legambiente FVG “una variante di altri tempi”

"Legambiente FVG, commentando le recenti cronache politiche del Comune di Pasian di Prato, riguardanti varianti urbanistiche non apprezzate nella stessa maggioranza per il forte impatto e per il possibile crescente consumo di suolo, prende lo spunto per chiedere alla Presidente Serracchiani ed all'assessore alla pianificazione territoriale Santoro nuovi provvedimenti, legislativi ed amministrativi, per riqualificare l'utilizzo della Valutazione ambientale strategica nelle procedure urbanistiche comunali, per avviare un Osservatorio regionale sul consumo di suolo, e per una moratoria in materia in vista del nuovo Piano di governo del territorio e del Piano paesaggistico regionale."

Leggi tutto...

Zamparini lascia? "A nemico che fugge ponti d'oro"

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

COMUNICATO STAMPA
Udine, 09 giugno 2013

Zamparini dichiara di voler abbandonare il progetto “Vivere in laguna”, stanco delle fatiche burocratiche cui viene sottoposto il suo progetto e dell’ingratitudine dei cittadini, che proprio non vogliono capire che la colata di cemento che propone di riversare su Grado è chiaramente quello di cui hanno bisogno. L’imprenditore più ambientalista degli ambientalisti (come ama farsi definire) irritato a causa della condanna del figlio per il deposito in Valle Cavarera di circa 200.000 m3 di materiale non autorizzato e, sembra, contenente idrocarburi, come risulta da una delle due indagini dell’ARPA, dichiara che se vuole andare, ma siccome il suo amore per Grado è infinito, chiederà il risarcimento per la mancata edificazione. Magari non prima di ottemperare all’obbligo di ripristino dell’area, come recita la sentenza di condanna…

Leggi tutto...

Quel che va bene a Zamparini, va bene anche a Grado ed alla regione?

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Il quotidiano Il Piccolo ha promosso una tavola rotonda, VENERDì 24 MAGGIO, ore 18.00, presso Auditorium Biagio Marin di Grado,  sul progetto di nuova espansione edilizia che incombe su Grado, invitando anche la nostra associazione. Ci auguriamo sia un'occasione per una "manutenzione delle decisioni" su un progetto dai grandi numeri ma che incarna vecchie idee di sviluppo, e dal quale č possibile ancora recedere e trovare alternative per Grado e per l'economia regionale."

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (135x197_ilPiccolo-1.pdf)135x197_ilPiccolo-1.pdf291 kB417