Su questo sito si usano i cookies. Navigandolo li accetti

Sei qui: Home Territorio e Paesaggio

Territorio e Paesaggio

Osservazioni al Piano di Governo del Territorio e alla Procedura di VAS

VERSO IL NUOVO PIANO

Comunicato stampa del 9 gennaio 2013

Legambiente ha inviato le proprie osservazioni al nuovo Piano di Governo del Territorio.

Un piano che dà priorità alle infrastrutture e al contempo è molto superficiale nella sua "strategicità" nei confronti della cementificazione del territorio e della tutela dei beni paesaggistici, e con una procedura di approvazione poco coinvolgente nei confronti degli Enti locali e dei portatori d'interesse.

Leggi tutto...

Laguna: Legambiente FVG ribadisce la necessità di interventi di messa in sicurezza

COMUNICATO STAMPA
Udine, 29 novembre 2012

L’Istituto Superiore di Sanità suggerisce misure di cautela per le attività di pesca ed allevamento nella Laguna di Grado e Marano.
Legambiente FVG ribadisce che l’esclusione di tutta la Laguna dal perimetro del Sito Inquinato Nazionale non cancella l’inquinamento da mercurio e chiede progetti ed interventi di messa in sicurezza.

In relazione allo stato della Laguna di Grado e Marano l’Istituto Superiore di Sanità si è espresso, nel maggio scorso, indicando alcune misure da adottare in materia di tutela della salute della popolazione in rapporto alla contaminazione da mercurio nei sedimenti dell’area lagunare.

Leggi tutto...

Bicinicco 2

[articolo scritto per il numero di novembre 2012 di Konrad – la rivista del vivere naturale]

Una delle regioni con le più alte percentuali di consumo di suolo apre nuovi orizzonti al cemento con il pretesto dello sviluppo turistico.

Nemmeno risalendo agli anni di Stendhal è possibile rintracciare un cenno a Bicinicco, tranquillo Comune della pianura friulana, in chiave turistica. Ma da quest'inverno non è più così: anche Bicinicco, insieme a Castions di Strada, entra a vele spiegate nel novero dei Comuni turistici della regione. A dicembre un emendamento ad hoc, firmato dai consiglieri PdL Galasso e Colautti, allarga le maglie che consentono di ottenere questo status: non solo per i Comuni "limitrofi" od anche solo "viciniori" ad un Comune già "turistico", ma pure qualsiasi Comune nel quale venga prevista la realizzazione di "impianti turistico-ricettivi rispondenti agli standard nazionali, europei o internazionali di settore". Fresco di stampa il BUR con la legge pubblicata, già a gennaio i due Comuni chiedono di diventare Comuni turistici e subito dopo a marzo la Giunta regionale delibera il riconoscimento.

Leggi tutto...

Normativa su paesaggio e consumo di suolo

Tesoro di SuoloDi seguito  alcuni  riferimenti normativi regionali, nazionali e comunitari , utili a chi voglia approfondire il quadro legislativo in materia di consumo di suolo. 

Legambiente Lombardia ha già presentato un proprio progetto di legge.

Segnaliamo inoltre la sezione del sito della Regione FVG dedicata al PURG (Piano Uurbanistico Regionale Generale)

Proposta di Legambiente per contenere il consumo di suolo in FVG

COMUNICATO STAMPA                           Udine, 19 novembre 2012


Per contenere il consumo di suolo cambiare le linee del Piano di Governo del Territorio presentato dalla Giunta regionale.
Questa Regione sta consumando il proprio territorio con percentuali doppie della media italiana.

È tra i più elevati d'Europa il consumo di suolo pro capite in Friuli Venezia Giulia: 450 m² di territorio urbanizzato, sottratto all'agricoltura e alla natura, per ciascun abitante della nostra regione. La media italiana è di 250 m² pro capite. I dati sono confermati dall’ISTAT.

Leggi tutto...

Sulla " Zamparini City" pesanti ombre di illegalità

COMUNICATO STAMPA                                       Udine, 7 novembre 2012

Il Sindaco Maricchio abbia il coraggio di rimettere in discussione il progetto Zamparini city. La condanna a un anno e quattro mesi del figlio dell’imprenditore non può passare inosservata e pone un evidente problema di illegalità e di inopportunità a continuare a perseguire un progetto che, ancora prima di nascere, mostra segnali preoccupanti di abusi ambientali.

Non solo, quindi, un’idea sconsiderata di utilizzo del territorio, che prevede di riversare una colata di cemento su Grado, ma anche pesanti capi d’imputazione che gettano ombre pesanti su tutta la vicenda.

Leggi tutto...