Questo sito internet utilizza i cookie
per analizzare il nostro traffico e fornire le funzioni dei social media. Se continui ad utilizzare questo sito web o fai clic su “Ho capito” acconsenti ai nostri cookie.

 

Sei qui: Home Circoli Carnia-Val Canale Conseguenze delle moto in montagna

Conseguenze delle moto in montagna

Motocavalcata 451x300MOTOCAVALCATA DELLE ALPI CARNICHE: ARRIVANO I NUOVI BARBARI

Domenica scorsa abbiamo documentato con immagini e filmati cosa significa consentire il transito di moto da enduro, da trial e bicilindriche su una mulattiera di montagna.

Tra i motociclisti che abbiamo incrociato lungo la mulattiera che collega Malga Claupa a Malga Meleit, sul versante meridionale del Monte Arvenis, molti si sono scusati, sentendosi giustamente "fuori posto", alcuni invece, oltre a dimostrare scarso interesse per la natura, non hanno dimostrato alcuna precauzione nei confronti degli escursionisti di passaggio. Un attempato centauro, poi, ha avuto addirittura il coraggio di sostenere che dal momento che aveva pagato 50 euro di iscrizione era suo diritto danneggiare la flora protetta che gli avevamo indicato ai margini del sentiero.

Riscontrati vari comportamenti in contrasto con l'autorizzazione rilasciata alla Motocavalcata, che saranno evidenziati alla Comunità Montana della Carnia. Rimane il fatto dell'assurdità di portare sulle nostre montagne tutto quello che di negativo i turisti cercano di fuggire dalle città: inquinamento, rumore, confusione, frenesia ...