Questo sito internet utilizza i cookie
per analizzare il nostro traffico e fornire le funzioni dei social media. Se continui ad utilizzare questo sito web o fai clic su “Ho capito” acconsenti ai nostri cookie.

 

Sei qui: Home Circoli Monfalcone Legambiente: con ARPA piena sintonia. Se non c’è alcun problema, perché allora l’intervento sulla Roggia San Giusto?

Legambiente: con ARPA piena sintonia. Se non c’è alcun problema, perché allora l’intervento sulla Roggia San Giusto?

goletta verdeMonfalcone, 20 agosto 2017

Il comunicato completo inviato alla stampa dal circolo di Legambiente "Ignazio Zanutto" di Monfalcone su alcune presunte divergenze riguardanti il monitoraggio delle acque costiere tra Legambiente ed ARPA.

Legambiente: con ARPA piena sintonia. Se non c’è alcun problema, perché allora l’intervento sulla Roggia San Giusto?

Non sappiamo più in quale lingua parlare, è esasperante questa polemica di metà agosto su presunte difformità di approccio al monitoraggio delle acque costiere tra Legambiente ed ARPA, tant’è che la collaborazione ed il reciproco riconoscimento di attendibilità tra i due organismi è collaudato e confermato.

Come sa benissimo chiunque conosce un minimo il problema e non è in malafede, è del tutto possibile che i dati di prelievi effettuati a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro risultino anche molto diversi (come nei fatti è accaduto). Questo dipende da vari fattori: piovosità, stagionalità, gioco delle correnti… Altrimenti, perché, come ricorda oggi sul Piccolo, l’attuale Presidente di Irisacqua, tanto affannarsi per completare l’allacciamento alla rete fognaria degli scarichi che sversano direttamente nella Roggia S. Giusto e quindi nel Golfo di Panzano? Perché spendere ben cinque milioni di euro per un intervento così oneroso e complesso, se questo è ritenuto ininfluente per avere la garanzia che, non solo Goletta Verde, ma prima o poi magari anche Arpa, in uno dei suoi periodici monitoraggi, non trovino dei dati fuori norma? Goletta Verde, come ripetuto in mille occasioni, non dà patenti di balneazione e non intende sostituirsi ad ARPA.

Da trent’anni però, continua a segnalare situazioni puntuali di criticità che hanno contribuito in modo determinante a sollevare il problema della depurazione delle acque in Italia ed a fungere da stimolo alle amministrazioni per affrontarlo concretamente. La segnalazione di un’analisi fuori norma a luglio, riscontrata da Goletta verde, dovrebbe essere presa proprio in tal senso, senza isterie e senza sottovalutazioni, con il comune obiettivo di risolvere definitivamente il problema.

Se poi si preferisce alimentare sterili polemiche…