Questo sito internet utilizza i cookie
per analizzare il nostro traffico e fornire le funzioni dei social media. Se continui ad utilizzare questo sito web o fai clic su “Ho capito” acconsenti ai nostri cookie.

 

Sei qui: Home Circoli Monfalcone Un anno di attività del Circolo di Monfalcone, e programma 2013

Un anno di attività del Circolo di Monfalcone, e programma 2013

Indice articoli

Laboratorio Isonzo:
abbiamo partecipato alle diverse fasi di questo tavolo di lavoro, istituito dall’Autorità di bacino dei fiumi Isonzo, Tagliamento, Livenza, Piave, Brenta-Bacchiglione, con lo scopo di raccogliere segnalazioni e proposte in relazione ai problemi di gestione e di portata dell’Isonzo. Da una collaborazione con il circolo Gorizia e con alcuni esperti, è stato realizzato un documento e un comunicato stampa per dire che la realizzazione di uno sbarramento in località Straccis snaturerebbe la parte più integra dell’Isonzo

Progetto Ambiente a Ronchi:
Una collaborazione con il Comune di Ronchi sul tema dell’Energia. Con l’adesione a “M’Illumino di meno” abbiamo realizzato un adesivo “Spegnimi”, con l’invito a spegnere le luci superflue e ottenuto il simbolico spegnimento delle luci in piazza Unità. Con Fabio Morea abbiamo effettuato alcune Termografie: alla Scuola media e alla casa di riposo, mentre per quella del Municipio il 7 aprile hanno partecipato parecchie persone, personale degli uffici e qualche amministratore.
Il 4 maggio, nella sala del Consiglio Comunale abbiamo organizzato un interessante incontro sulla “Certificazione energetica degli edifici”.

Zamparini city:
come Regionale abbiamo presentato una denuncia alla Commissione delle Comunità Europee nei confronti della Regione e del Comune di Grado. La Direttiva Europea 42/2001/CE all’art. 3 specifica che per “piccole aree a livello locale” interessate a piani e programmi possa non essere attivata la procedura di Valutazione Ambientale Strategica qualora si pervenga alla conclusione che non esistano effetti significativi sull’ambiente. Ma un intervento che prevede quasi mezzo milione di m3 di cemento e di raddoppiare gli abitanti di Grado non può essere considerato una variante non sostanziale.
Inoltre siamo più volte intervenuti sulla stampa per denunciare questo scellerato intervento.

Progetto Parco comunale del Carso:
Samantha ha predisposto alcune osservazioni che sono state inviate all’assessore all’Urbanistica di Monfalcone.

Centro commerciale S. Canzian d’Isonzo:
a metà marzo sono state presentate le osservazioni contro un progetto che ha scarse possibilità di essere realizzato

Conferenza - TAV e infrastrutture in FVG:
Venerdì 16 marzo nella Sala Conferenze Biblioteca. Hanno partecipano Vanda Bonardo (Ex Presidente Legambiente Piemonte-Direttivo Nazionale); Elia Mioni (Presidente Lagambiente FVG), Andrea Werhenfennig (Responsabile Mobilità Legambiente FVG), Rudy Fumolo  (Legambiente Monfalcone).  

Osservazioni progetto TAV:
Il TAR ha stabilito che il progetto, presentato da RFI in tre tratte, doveva essere ripresentato in un’unica soluzione. Come Legambiente FVG abbiamo riproposto le osservazioni già presentate nel febbraio 2011, aggiungendo una premessa

Sole in Rete Gruppi acquisto Fotovoltaico:
dopo il successo delle serate del 2011 abbiamo continuato  con  un incontro a Cormòns il 7 marzo , il 4 giugno a Duino Aurisina e il 26 giugno  a Monfalcone.

Assemblea soci 2012:
Abbiamo adottato il nuovo Statuto, aggiornato sui riferimenti del nazionale ed eletto il nuovo Direttivo per i prossimi due anni. Michele Tonzar (Presidente), Valentina Tortul (Segretaria), Samantha Saffer (Tesoriere), Andrea Ferletic (Consigliere), Anna Pascoli (Consigliere), Gloria Catto (Consigliere), Mauro Bertossi (Consigliere), Roberta Russi (Consigliere), Rudy Fumolo (Consigliere)
 
Collaborazione Comune Monfalcone Rifiuti:
ad aprile è stata formulata una proposta per raggiungere l’obiettivo del 65% di differenziata entro il 2012. Alcune iniziative: 1. Sollecitare incontri condominiali agli amministratori di condominio 2. Intercettare la comunità bengalese (e altre?) per spiegare come funziona e provare a coinvolgerle 3. PIM Cicloraccolta rifiuti abbandonati 4. Incontro con i Direttivi dei Comitati di quartiere 5. Incontri di 1 ora nelle scuole con Ambiente Newco  “Vuota il sacchetto”  7. Acqua di rubinetto in Consiglio comunale e in tutte le occasioni pubbliche  8. Notizie sui display luminosi sui costi della raccolta degli abbandoni….

European Solar Days:
Sabato 12 maggio, in piazza della Repubblica in collaborazione con EnergoClub. Molti passanti  incuriositi soprattutto all’auto elettrica, ma anche al GAF

Comitato provinciale del Forum "Salviamo il Paesaggio:
Gloria e Anna P. hanno partecipato ad alcuni incontri per avviare il forum. Sono state organizzate tre serate divulgative del fenomeno relativo al consumo di territorio (Villesse, Ronchi, Monfalcone) nel corso dei quali è stato proiettato il documentario “Il suolo minacciato”.

SIC Lisert:
ad inizio giugno, dopo le esternazioni di Lorenzon, Ritossa, Bono e Cisint, si è deciso di intervenire con un CS per chiarire che non è certo il SIC ad essere di ostacolo all’escavo del canale di accesso al porto, ne tantomeno allo sviluppo della zona industriale. Ad agosto si è ottenuto di fare un incontro con il Presidente e il Direttore del CSIM  per chiarire questi particolari

Centrale A2a:
La vicenda inizia ad agosto, quando a2a si appresta a far conoscere il progetto di riconversione della centrale. Il Comune intende istituire un Tavolo Tecnico Ambientale con A2a, ARPA, ASS. Le premesse non sono esaltanti: le associazioni sono escluse, molti degli obiettivi individuati sono già obblighi normativi…  
L’incontro con il Sindaco conferma l’istituzione di un tavolo tecnico al quale potranno essere invitati, su argomenti specifici, altri soggetti. Successivamente verrà istituito un secondo tavolo per affrontare il tema del futuro della Centrale TE, appena A2a fornirà il piano industriale relativo. Abbiamo espresso scetticismo relativamente alla composizione del tavolo e in merito agli obiettivi fumosi che esprime
A fine ottobre abbiamo organizzato un incontro informativo/formativo per portare un po’ di chiarezza nella vicenda, con l’aiuto di Cristiano e Rudy.
Successivamente, a più riprese, abbiamo manifestato contrarietà ad un nuovo gruppo a carbone. La posizione è scaturita in seguito ad uno scambio di opinioni tra Direttivo del circolo, del Regionale e di Legambiente nazionale. Abbiamo presentato anche una proposta alternativa al carbone.

Giornata provinciale del Volontariato sabato 22 settembre a Gorizia:
in tale ambito è stato organizzato un incontro sul ruolo delle energie rinnovabili nel panorama energetico internazionale e territoriale. L’esperienza ha confermato la difficoltà per un’associazione ambientale come Legambiente, di suscitare interesse in una manifestazione prevalentemente rivolta al volontariato sociale

Puliamo il Mondo 29,30 settembre – Lido di Staranzano:
bilancio estremamente positivo. Un centinaio di ragazzi (una classe Staranzano, 2 classi S. Canzian, 1 classe Ronchi + scuola slovena) e un piccolo gruppo di adulti
Anche il laboratorio sui rifiuti sabato pomeriggio in piazza a Monfalcone è stato molto gradito e partecipato: una settantina di bambini con genitori e insegnanti che assistevano interessati e altri di passaggio che si fermavano incuriositi.
Puliamo il Mondo “on bike”, in contemporanea: anche quest’anno eravamo una decina, i rifiuti abbandonati hanno dato la sensazione di essere in quantità minore dell’anno scorso, come del resto sul litorale…
La pulizia dai rifiuti abbandonati presso il ciglio stradale e delle aree vicine strada provinciale Ronchi-Doberdò è stata effettuata Domenica 7.

Assemblea circoli di Rispescia inizio ottobre:
molti e interessanti i messaggi lanciati, in particolare nella relazione del Presidente Vittorio Cogliati. Credo che sia giusto impegnarsi a partecipare, perché c’è la sensazione che non conosciamo neanche noi cos’è Legambiente, quali sono le politiche dell’associazione, l’organizzazione e, non da ultimo, in mezzo a 600 legambientini, giovani e meno giovani, si capisce di far parte di una bellissima associazione e si fa il pieno di quell’entusiasmo che talvolta viene a mancare.

Nuovo Collettore fognario Gorizia-Gradisca-Staranzano:
L’ipotesi di collegare tutti gli scarichi delle utenze domestiche (Gorizia e Gradisca in primis, ma anche Nova Gorica) ad un tubone che confluisca al depuratore di Bistrigna pare non sia un’idea irragionevole. Anche in questo caso,  il 22 novembre, abbiamo effettuato un incontro di formazione/informazione con Plossi e Bortolotti, ing di Irisacqua

Nuova darsena Punta Barene:
E’ prevista per offrire un’alternativa ai “casoneri” e regolarizzare le numerose situazioni abusive della zona. L’incontro con i nostri amici tecnici ci ha aiutato a capire meglio la situazione, per quanto ingarbugliata. E’ stato chiesto un  incontro al Sindaco di Staranzano per tentare di stoppare/ridurre l’impatto.