Questo sito internet utilizza i cookie
per analizzare il nostro traffico e fornire le funzioni dei social media. Se continui ad utilizzare questo sito web o fai clic su “Ho capito” acconsenti ai nostri cookie.

 

Sei qui: Home Circoli Pordenone

Circolo di Pordenone

Circolo di Pordenone

Prova di Cucina Pirolitica

PirolisiDurante il Corso di formazione "Operatori del divertimento sostenibile" Legambiente FVG ha proposto di approfondire il tema dell'utilizzo delle stufe pirolitiche nella cucina delle sagre considerato i notevoli vantaggi che questa  tecnologia innovativa offre.

La prova di cottura di pietanze con la stufa pirolitica si terrà presso la Sala Civica di Cormons (GO), sabato 06 Aprile 2013, alle ore 10.00.

Legambiente FVG ringrazia l'Amministrazione Comunale di Cormons che ci ospiterà in considerazione dell'importanza dell'evento.

LA PIROLISI è una combustione di materia organica in assenza di ossigeno, che abbatte drasticamente le emissioni di inquinanti in aria con i fumi, non residua ceneri, ma carbonelle vegetale (il "biochar" che impiegato in agronomia diventa un ottimo ammendante). La stufa pirolitica è una macchina semplice da costruire e da utilizzare, è poco costosa, può utilizzare legname come combustibile (il più economico attualmente) e poiché è molto efficiente consente risparmi nella produzione di calore durante le cotture di alimenti. Residuando dalla combustione il "biochar", che è Carbonio quasi puro, fissa il Carbonio della sostanza organica e per ciò ha il vantaggio di non emettere in atmosfera CO2 a effetto clima alterante nella produzine di energia.

iscrizioni Cucina Pirolitica

PROGRAMMA

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (2013_04_06_-_invito_cucina_pirolitica.pdf)2013_04_06_Cucina Pirolitica206 kB697

Operatori del divertimento sostenibile - MATERIALI

Programma corso Operatori Divertimento SostenibileTra febbraio e marzo 2013, il Circolo Legambiente di Pordenone, ha prosposto un corso breve di formazione rivolto a tutti coloro che lavorano nel mondo dell'organizzazione degli eventi del divertimento, dalle feste paesane alle grandi rassegne, e che desiderano capire come è possibile contenere l'impatto ambientale ed economico anche del divertimento, diventando inoltre promotori di educazione alla sostenibilità, attraverso l'esempio. Qui pubblichiamo la documentazione utile.

Questo corso è un'iniziativa collaterale e inaugurale della terza edizione del concorso regionale “SAGRE VIRTUOSE 2013”, il concorso che mette in gara gli enti organizzatori di feste in FVG e che assegna punteggi sulla base delle azioni virtuose applicate nell'organizzazione dell'evento (differenziazione dei rifiuti, riduzione dei rifiuti nella somministrazione di pasti e bevande, contenimento dei consumi di energia e dell'inquinamento dei lavaggi, utilizzo di prodotti agricoli locali e/o biologici, promozione di attività socio-culturali a favore dell'ambiente e della convivenza civile).

Il corso è stato realizzato grazie al sostegno della Regione FVG - Servizio volontariato, associazionismo, rapporti con i migranti e politiche giovanili, e ha goduto della collaborazione del Comitato regionale UNPLI del Friuli Venezia Giuliache ha messo a disposizione le sale di Villa Manin.

Leggi tutto...

Operatori del divertimento sostenibile

Programma corso OperatoriDivertimentoSostenibile copertinaCorso breve di formazione

Corso breve di formazione rivolto a tutti coloro che lavorano nel mondo dell'organizzazione degli eventi del divertimento, dalle feste paesane alle grandi rassegne, e che desiderano capire come è possibile contenere l'impatto ambientale ed economico anche del divertimento, diventando inoltre promotori di educazione alla sostenibilità, attraverso l'esempio.
Questo corso è un'iniziativa collaterale e inaugurale della terza edizione del concorso regionale “SAGRE VIRTUOSE 2013”: il concorso che mette in gara gli enti organizzatori di feste in FVG e che assegna punteggi sulla base delle azioni virtuose applicate nell'organizzazione dell'evento (differenziazione dei rifiuti, riduzione dei rifiuti nella somministrazione di pasti e bevande, contenimento dei consumi di energia e dell'inquinamento dei lavaggi, utilizzo di prodotti agricoli locali e/o biologici, promozione di attività socio-culturali a favore dell'ambiente e della convivenza civile)

Leggi tutto...

La tutela delle rogge di San Vito al Tagliamento

Il giorno 21 dicembre 2012 alcuni esponenti di Legambiente di San Vito con l’architetto Moreno Baccichet, del direttivo di Legambiente di Pordenone, si sono incontrati con il sindaco Antonio Di Bisceglie, l’assessore all’ambiente Andrea Bruscia e l’architetto Zampese responsabile dell’assetto territoriale, per discutere in merito alle osservazioni formulate da Legambiente sui contenuti della delibera comunale del 5 maggio 2012 riguardanti la individuazione dei corsi d’acqua irrilevanti ai fini paesaggistici come richiesto dalla Regione. La giunta regionale infatti con delibera 1490/ 11, individuati una serie di criteri per determinare la rilevanza o non rilevanza paesaggistica dei corsi d’acqua, ha posto l’obbligo ai comuni di compilare le schede di rilevamento per definire gli elenchi dei corsi d’acqua irrilevanti.

Leggi tutto...

Incontro pubblico: Come va la Provincia?

Legambiente  parteciperà alla serata organizzata dalle ACLI  giovedì 25 alle ore 20.00 all'ex Convento di San Francesco, per una verifica di metà mandato dell'Amministrazione Provinciale di Pordenone. Il Presidente Ciriani e  gli Assessori conosceranno l'opinione di Associazioni e cittadini sulle scelte intraprese in materia di lavoro, ambiente, viabilità, politiche giovanili e servizi alla persona.

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (volantino_ACLI_25.10.12.pdf)volantino_ACLI_25.10.12.pdf190 kB635

E' nato il "Boschetto Jean Mitry"

DSC_7757Il Circolo Legambiente di Pordenone ha partecipato, insieme ad altre associazioni,  ad un'iniziativa  ricca di significato, realizzata nell'ambito delle Giornate del cinema Muto:con la piantumazione di 2 tigli in un'area del Parco del Seminario, è nato il "Boschetto Jean Mitry". Il nome vuole essere un omaggio all'omonimo premio             annualmente assegnato dalla Provincia di Pordenone nel corso della rassegna. 

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (bosco2.jpg)bosco2.jpg27 kB570
Scarica questo file (bosco.jpg)bosco.jpg28 kB619
Scarica questo file (Premio_Mitry_V_Tosi.pdf)Premio_Mitry_V_Tosi.pdf963 kB669