Questo sito internet utilizza i cookie
per analizzare il nostro traffico e fornire le funzioni dei social media. Se continui ad utilizzare questo sito web o fai clic su “Ho capito” acconsenti ai nostri cookie.

 

Sei qui: Home Energia

Energia

Svaso del bacino di Verzegnis

Lago Verzegnis 500x380LO SVASO DEL BACINO DI VERZEGNIS

LE ASSOCIAZIONI: “AMBIESTA SACRIFICATO AGLI INTERESSI DI EDIPOWER. NO AD UN ALTRO CASO LUMIEI”

Legambiente, CAI e WWF hanno esposto alla Regione tutte le criticità del progetto e le proprie richieste: la valutazione di soluzioni meno impattanti per Ambiesta e Tagliamento e l’adozione di Linee guida per la gestione degli svasi.

Leggi tutto...

Progetto COME

Progetto COME-826X1169.JPG

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (2014-06-17_invito_conferenza.JPG)Progetto COME - conferenza finale203 kB643

"Autosufficienza energetica di un ambito territoriale alpino"

Autosufficienza energeticaI comuni di Paluzza, Treppo Carnico, Ligosullo, Sutrio, Cercivento, Ravascletto, Comeglians, Arta Terme, Zuglio e Paularo con l’aiuto di Secab, di APE – Agenzia per l’Energia del FVG e di Legambiente FVG, svilupperanno un piano d’azione orientato all’autosufficienza energetica del territorio.

Verranno individuate ed elaborate azioni che permettano di attivare in maniera sostenibile le risorse energetiche presenti sul territorio per creare sviluppo socio economico nel rispetto dell’ambiente e delle potenzialità locali.

 Il  progetto (illustrato nel sito Energie Comuni) verrà presentato con una serie di incontri nei comuni interessati, alle ore 20.00

Lunedì 24 febbraio – Sala Talotti – Comune di Arta Terme
Martedì 25 febbraio – Sala Polifunzionale – Comune di Sutrio
Mercoledì 26 febbraio – Auditorium – Comune di Paularo
Giovedì 27 febbraio – Sala Convegni del Cesfam – Comune di Paluzza
Venerdì 28 febbraio – Sala Alpina – Comune di Comeglians

Autonomia energetica della montagna

Comunicato stampa #autonomiaenergetica
Udine, 14 febbraio 2014

L’autonomia energetica della montagna:

idea utile e conveniente che può accompagnare la riforma del sistema delle autonomie locali

“La rinata volontà di autonomia energetica della montagna friulana, emersa dopo i lunghi black out dei giorni scorsi, conseguenti alle nevicate ed al brutto tempo eccezionali, è utile e conveniente” dice Elia Mioni, presidente regionale di Legambiente, “e ben venga l’ora che i sindaci si muovano tutti assieme per sostenere e realizzare questa idea”. 

Leggi tutto...

Il rigassificatore può essere un’opportunità che va verso la nostra proposta

Monfalcone, 11 dicembre 2013

Nessun pregiudizio nei confronti del rigassificatore da 800 milioni di metri cubi, che occupa da qualche giorno le cronache dei quotidiani locali. Legambiente aspetta ora di capire se un’ipotesi di realizzazione dichiarata alla stampa può diventare davvero un progetto concreto.

Leggi tutto...

A Monfalcone nessun futuro per il carbone

Legambiente scrive alla Presidente della Giunta regionale, Debora Serracchiani ed all’Assessore all’Energia, Sara Vito, per sollecitare un impegno più deciso nell’affrontare la delicata questione della centrale a carbone di Monfalcone.

L’associazione è convinta che la Regione debba assumere un ruolo più forte nell’indirizzare la politica energetica in Friuli Venezia Giulia e, nello specifico, intervenire nell’ipotizzata reiterazione dell’alimentazione a carbone della centrale.
Secondo Legambiente, l’impianto attuale, che dopo la recente dismissione dei due gruppi ad olio combustibile consta di due gruppi alimentati a carbone che risalgono rispettivamente al 1965 ed al 1970!!!, deve avviarsi senza rimpianti verso la fine della sua carriera.

Leggi tutto...