Questo sito internet utilizza i cookie
per analizzare il nostro traffico e fornire le funzioni dei social media. Se continui ad utilizzare questo sito web o fai clic su “Ho capito” acconsenti ai nostri cookie.

 

Sei qui: Home Mobilità e trasporti

Mobilità e trasporti

Le proposte per una "Mobilità Nuova"

Le associazioni aderenti alla Rete Mobilità Nuova FVG (Legambiente, FIAB, WWF, ISDE, ACP ed altre) hanno presentato una serie di proposte per la mobilità nuova (cioè dare la precedenza alla mobilità a piedi, in bici e col trasporto pubblico) ai candidati/e alle elezioni regionali, raccogliendo gli impegni di numerosi candidati.
Ora, passate le elezioni, i rappresentanti della rete incontreranno i consiglieri regionali eletti e firmatari degli impegni e gli assessori regionali competenti, dato che anche la Presidente della Regione Serracchiani ha sottoscritto questi impegni.

Leggi tutto...

Alla Regione FVG: meglio bici elettriche e trasporto pubblico!

Rottami autoCOMUNICATO STAMPA
Udine 01 dicembre 2013

Alla Regione FVG: meglio bici elettriche e trasporto pubblico!

Il consiglio regionale venerdì 22/11/13 ha votato un provvedimento che destina 3.000.000 di euro per un “eco” bonus di mille euro a 3.000 cittadini che nei prossimi mesi cambieranno auto acquistandone una euro 5 o 6. Il provvedimento è passato senza alcun voto contrario, mettendo d’accordo maggioranza e opposizione.

Un ritorno al passato riesumando scelte sulla mobilità vecchie di vent’anni e che nulla hanno a che vedere con le politiche più innovative che tendono a promuovere sempre più i mezzi di mobilità alternativi all’auto privata.

Leggi tutto...

Petizione per la revisione della variante stradale di Dignano

Udine, 27/09/2013

Legambiente FVG,  “Assieme per il Tagliamento” e il  Comitato “Uniti per l’ambiente” contro la variante di Dignano hanno presentato una petizione popolare per la revisione del Piano regionale delle infrastrutture di viabilità e logistica.
I firmatari  chiedono che venga fermato e sostanzialmente ripensato il progetto riguardante la Variante stradale sud di Dignano perche’costoso, inutile, pericoloso e non risolutivo, non sottoposto a VIA e caratterizzato da scarsa trasparenza.

FIRMA LA PETIZIONE ONLINE!

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (Rilievi_traffico Dignano.pdf)Rilievi_traffico Dignano.pdf316 kB793
Scarica questo file (Petizione Piano viabilità logistica Dignano -~.doc)Modulo-petizione-Dignano66 kB647

Una nuova mobilità per vivere la città sostenibile

Incontro giovedì 19 settembre, alle 17.30, presso la libreria Feltrinelli di Udine.

I vantaggi dell’'attuale modello di mobilità sembrano ormai esaurirsi mentre crescono gli aspetti negativi: troppi morti e feriti sulle strade, traffico insopportabile nelle città, inquinamento ambientale e acustico, peggioramento della salute, negozi e altri servizi sempre più lontani da casa, costi per muoversi sempre più alti, perdita delle funzioni sociali ed economiche dei centri urbani.

Leggi tutto...

Procedure irregolari e progetti carenti per la TAV Venezia-Trieste

TAV Venezia-TriesteCOMUNICATO STAMPA
Udine, 31 agosto 2013

Procedure irregolari e progetti carenti per la TAV Venezia-Trieste

Legambiente del Friuli Venezia Giulia denuncia la violazione da parte di RFI-Italferr delle procedure previste dalla VIA (valutazione di impatto ambientale) per aver escluso gli interessati (in particolare i cittadini e le associazioni) dalla consultazione sugli elaborati integrativi con cui RFI ottempera alle richieste della Commissione Tecnica di Verifica dell’Impatto Ambientale sul progetto della nuova linea Alta Velocità/Alta Capacità Venezia-Trieste.

Leggi tutto...

Rete Mobilità Nuova

Comunicato stampa
Udine, 18 giugno 2013

Legambiente FVG aderisce alla Rete Mobilità Nuova, che propone una legge per il trasporto collettivo, pendolare e non motorizzato.
Questa scelta prosegue l’impegno regionale di Legambiente per la mobilità nuova, condotto con altre associazioni in occasione delle ultime elezioni regionali, che visto la Presidente Serracchiani prendere diversi impegni in favore della mobilità dolce e del trasporto pubblico.
La Rete si impegna per il riequilibrio delle scelte politiche e delle risorse pubbliche destinate al settore dei trasporti, in modo da favorire lo sviluppo del trasporto collettivo e della mobilità non motorizzata. Si tratta di rispondere alle esigenze dei pendolari e delle aree urbane, che rappresentano la stragrande maggioranza (97%) di chi si muove, ma a cui è destinato solo il 25% delle risorse per le infrastrutture. Al trasporto pubblico ed alla mobilità nuova devono andare i fondi ora sprecati per le grandi opere inutili e dannose.

Leggi tutto...