Questo sito internet utilizza i cookie
per analizzare il nostro traffico e fornire le funzioni dei social media. Se continui ad utilizzare questo sito web o fai clic su “Ho capito” acconsenti ai nostri cookie.

 

Sei qui: Home Temi Acqua Nuova raccolta firme per salvare il torrente Alberone!

Nuova raccolta firme per salvare il torrente Alberone!

Alberone

Dopo il precedente progetto bocciato dalla Commissione di Valutazione di Impatto Ambientale, la Sunex2 srl di San Dorligo della Valle ha nuovamente presentato il progetto per una centralina idroelettrica lungo il torrente Alberone nelle valli del Natisone. Cercando di ribattere a tutte le contro-argomentazioni che avevano portato alla valutazione negativa. Si tratta di una centralina da nemmeno 1 MWe ma con un tratto sotteso di ben 2 km. Nell'Alberone è accertata del gambero d'acqua dolce (indicatore di integrità ambientale) e dello scazzone, entrambi protetti dalla Direttiva Habitat.

 

Lo stesso proponente dichiara che queste popolazioni subiranno una riduzione di ben il 34%! Legambiente nel 2016 aveva già sollevato dubbi sulla relazione idrologica, che fa riferimento ad un modello elaborato quasi 50 anni fa e per un'area diversa, ritenendo inaffidabili quei dati a fronte del cambiamento climatico. Anche ARPA nelle sue note rileva diverse criticità significative fra cui l'opera di presa (una traversa di 10 metri di larghezza) di “elevato impatto idromorfologico, interferendo in modo significativo con i processi naturali di trasporto sedimentario del torrente”.

Per altro il proponente ribadisce formalmente fra i documenti che sono in corso colloqui con la parte politica e tecnica del Comune di Savogna per valutare possibili benefici per il territorio e la popolazione. Peccato che il Tribunale superiore delle acque pubbliche abbia definitivamente dichiarato la nullità delle clausole e di tutte le convenzioni che favoriscono la corresponsione di royalties a favore dei comuni.

Legambiente – che è a fianco del comitato “Amici del torrente Alberone” sostiene la nuova petizione, che possono firmare tutti i cittadini italiani nati o residenti in Friuli Venezia Giulia scaricando il modulo allegato e facendolo recapitare a Legambiente FVG.

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (PETIZIONE ALBERONE 2018 giusto.pdf)PETIZIONE ALBERONE 2018 giusto.pdf92 kB716