Questo sito internet utilizza i cookie
per analizzare il nostro traffico e fornire le funzioni dei social media. Se continui ad utilizzare questo sito web o fai clic su “Ho capito” acconsenti ai nostri cookie.

 

Perchè no agli OGM: Gli OGM visti dall’America

#ogmfree incontro con kathleen delate

#OGMFREE

PROSEGUE IL CICLO DI SEI INCONTRI INFORMATIVI: PERCHÈ NO AGLI OGM

venerdì 14 marzo SECONDO incontro con Kathleen Delate professoressa dell'IOWA State University, e Robert Turnbull, Extension Specialist IOWA State University

Codroipo alle ore 18:00 presso la sala della BCC di Basiliano in piazza Giardini

Gli Stati Uniti sono diventati, probabilmente loro malgrado, un esperimento aperto sugli effetti della coltivazione a pieno campo degli OGM. L'Iowa, come altri stati dell'unione, è caratterizzato da ampi paesaggio di monocoltura di mais e soia, oggi quasi totalmente OGM. Ciò ha dato modo ai ricercatori di studiare ciò che accade ad insetti ed erbe spontanee quando esposti a tali colture in modo massiccio e continuo ed alla loro capacità di sviluppare resistenze.

Allo stesso tempo ha reso palesi le difficoltà ed i costi della coesistenza tra colture OGM e biologiche o tradizionali e le problematiche socio-economiche con cui i farmer americani debbono ora confrontarsi.

Allegati:
FileDimensione del FileDownloads
Scarica questo file (ogmfree_incontro_con_kathleen_delate-14032014.pdf)Incontro con Kathleen Delate e Robert Turnbull612 kB543
Sei qui: Home Temi Biodiversità, aree rurali Perchè no agli OGM: Gli OGM visti dall’America