Questo sito internet utilizza i cookie
per analizzare il nostro traffico e fornire le funzioni dei social media. Se continui ad utilizzare questo sito web o fai clic su “Ho capito” acconsenti ai nostri cookie.

 

Sei qui: Home Temi Campagne Goletta Verde in FVG

Goletta Verde in FVG

GV2015 stopseadrilling 1024x683Trieste, 21 giugno 2015                        Comunicato stampa

La Goletta Verde di Legambiente arriva in Friuli-Venezia Giulia

Da domani tappa a Trieste per discutere della qualità del mare e della costa, del pericolo delle estrazioni petrolifere, tutela della costa e sostenibilità ambientale

Martedì 23 giugno conferenza stampa con la presentazione dei dati del monitoraggio scientifico delle acque regionali. Appuntamento alle ore 11 a bordo dell’imbarcazione ambientalista ormeggiata presso Scala Reale - piazza Unità d’Italia

Ieri flash mob a Trieste #StopSeaDrilling per fermare le trivellazioni petrolifere nell’Adriatico - leggi il dossier

Il Friuli-Venezia Giulia sarà la prima regione italiana toccata dal tour 2015 della Goletta Verde, la campagna itinerante di Legambiente, che anche quest’estate parte per realizzare un monitoraggio sullo stato di salute del mare e dei litorali italiani. Per il trentesimo anno consecutivo, la storica imbarcazione ambientalista, realizzata anche con il contributo di COOU, Consorzio Obbligatorio Oli Usati e dei partner tecnici Hach, Novamont e Nau!, è tornata a navigare per schierarsi contro i “pirati del mare”.

La Goletta Verde arriverà a Trieste domani, lunedì 22 giugno, e sarà ormeggiata dal pomeriggio presso la Scala Reale in piazza Unità d’Italia. Sarà possibile visitare l’imbarcazione dalle ore 17.00 alle 19.30. Martedì, invece, appuntamento con la stampa, alle ore 11, per la presentazione dei risultati del monitoraggio scientifico delle acque del Friuli-Venezia Giulia.

La prima tappa italiana del tour 2015 arriva dopo la grande mobilitazione internazionale di ieri, sabato 20 giugno, che ha visto la Goletta Verde impegnata a Rovigno (Croazia) per creare un fronte comune contro le trivellazioni petrolifere nell’Adriatico, a partire dalle nuove richieste avanzate dalle compagnie, per scegliere un diverso sviluppo economico, sociale e ambientale per quest’area. Iniziativa che si è tenuta anche in piazza a Trieste per promuovere l’appello #StopSeadrilling - NO OIL, promosso da Legambiente, e sostenuto dalla coalizione ambientalista croata SOS Adriatico e da numerose altre associazioni, sigle e cittadini sia in Italia che in Croazia, Albania, Montenegro e Bosnia Herzegovina. La battaglia contro la folle corsa all’oro nero proseguirà anche nelle altre tappe della Goletta Verde lungo l’Adriatico, mare già messo a dura prova con 78 concessioni già attive per l’estrazione di gas e petrolio, 17 permessi di ricerca già rilasciati nell’area italiana e 29 in fase di rilascio in quella croata a cui si aggiungono 24 richieste avanzate per il tratto italiano, tutto questo per un’area di circa 55.595 kmq. E a queste dobbiamo aggiungere il via libera rilasciato ad inizio giugno dal nostro ministero dell’Ambiente a due compagnie per compiere prospezioni su oltre 45mila kmq nell’Adriatico italiano.

Il viaggio dell’imbarcazione di Legambiente lambirà anche quest’anno tutte le coste di tutta Italia, dall’Adriatico allo Ionio, dal Tirreno al Mar Ligure, per un totale di 30 tappe, 2.000 miglia nautiche e 500 ore di navigazione, prelevando e analizzando oltre 200 campioni d’acqua, per dar seguito alle tante battaglie in difesa dell’ecosistema marino e del territorio che Legambiente porta avanti dal 1986, denunciando, informando, coinvolgendo i cittadini con l’auspicio di promuovere esempi positivi all’insegna della sostenibilità ambientale. Proprio per questo, il viaggio di Goletta Verde è anticipato da un team di tecnici di Legambiente che conduce un monitoraggio scientifico a caccia dei punti più critici, denunciando le situazioni che mettono maggiormente a rischio le nostre acque, informando la popolazione e sensibilizzando le amministrazioni sul fronte della depurazione. Analisi rese possibili anche grazie alle segnalazioni di cittadini e turisti inviate al servizio SOS Goletta che da quest’anno sarà disponibile anche negli App Store (fra pochi giorni) con un’applicazione utile per segnalare in tempo reale i casi d’inquinamento e per consultare i risultati delle analisi. Sarà possibile inoltre segnalare situazioni sospette tramite il form online o scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Le denunce saranno approfondite e inviate alle autorità competenti. Sotto la lente d’ingrandimento della campagna di Legambiente, che quest’anno giunge alla sua trentesima edizione, oltre i problemi della depurazione dei reflui, anche il monitoraggio delle plastiche in mare (macro e microlitter), la lotta contro le illegalità a danno di mare e coste ma anche l’Italia più bella e il turismo sostenibile.

Il programma completo della Goletta Verde a Trieste
c/o Scala Reale – piazza Unità d’Italia
Lunedì 22 giugno
ORE 17.00 – 19.30 – Visite guidate a bordo
Martedì 23 giugno
ORE 11.00 – Conferenza stampa sullo stato di salute del mare del Friuli-Venezia Giulia. Presentazione dei dati del monitoraggio scientifico
ORE 17.00 – 19.30 – Visite guidate a bordo

Goletta Verde è una campagna di Legambiente

Main partner: COOU - Partner tecnici: Hach, Novamont, Nau! - Media partner: La Nuova Ecologia, Rinnovabili.it

Ufficio stampa Goletta Verde: Luigi Colombo - 347/4126421 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Segui il viaggio di Goletta Verde sul sito www.legambiente.it/golettaverde

sul blog http://golettaverdediariodibordo.blogautore.repubblica e su www.facebook.com/golettaverde