Questo sito internet utilizza i cookie
per analizzare il nostro traffico e fornire le funzioni dei social media. Se continui ad utilizzare questo sito web o fai clic su “Ho capito” acconsenti ai nostri cookie.

 

Sei qui: Home Temi Territorio e Paesaggio Approvazione del piano paesaggistico regionale e le osservazioni di Legambiente FVG

Approvazione del piano paesaggistico regionale e le osservazioni di Legambiente FVG

piano paesaggistico regionaleCon l'osservazione al Piano Paesaggistico Regionale adottato, presentata nel dicembre 2017, Legambiente FVG Onlus ha posto all'attenzione una serie di questioni connesse con l'attuazione e la gestione di quell'atto di particolare rilevanza per la pianificazione territoriale regionale.

La mole di lavoro svolto per la redazione del Piano, la metodologia partecipata attivata, che ha coinvolto quasi la metà dei comuni della Regione, l'introduzione per la prima volta della gestione dei dati territoriali (cartografici e alfa-numerici) e dei futuri aggiornamenti, la definizione di una rete ecologica, sia alla scala regionale che a quella locale, che persegue la duplice finalità di mantenere e incrementare la biodiversità quale elemento base per la qualità paesaggistica del territorio regionale, hanno costituito gli approcci fortemente innovativi. Parallelamente si è ritenuto di esprimere delle perplessità in ordine ad alcune formulazioni che attengono alla disciplina dell'adeguamento degli strumenti urbanistici generali comunali al PPR, al ruolo e alla composizione dell'osservatorio del paesaggio, una sollecitazione a meglio considerare la Green Belt lungo la fascia confinaria orientale e una ulteriore sollecitazione a riconsiderare il rapporto tra il PPR e il consumo di suolo dei PRGC vigenti.  Recentemente la Regione ha controdedotto le osservazioni e, successivamente, approvato definitivamente il Piano Paesaggistico Regionale. Nello specifico le osservazioni di Legambiente FVG sono state per la gran parte (7 su 9) accolte o parzialmente accolte (anche se con altra formulazione). Sono state infatti recepite le segnalazioni di ulteriori contesti di beni da tutelare, l'istituzione di un Osservatorio regionale del paesaggio, nonché una serie di modifiche ed integrazioni alle norme di attuazione che hanno consentito di precisarne le modalità di attuazione, migliorando così tale importante strumento di pianificazione.  L'approvazione del Piano Paesaggistico Regionale è per Legambiente FVG motivo di soddisfazione, nell'auspicio che si proceda senza indugi ad arricchire tale strumento con le varianti di adeguamento dei Piani Regolatori Comunali e ad affrontare l'aggiornamento del Piano Territoriale Regionale.